Excite

Zdenek Zeman al Lugano, c’è l’accordo: il Boemo riparte dalla Svizzera, mercoledì la presentazione

  • Getty Images

Il “maestro” Zdenek Zeman riparte dalla Svizzera dopo la poco felice stagione sulla panchina del Cagliari: l’accordo tra il club del Lugano e il Boemo, nell’aria da una settimana, è stato ufficializzato dalla società neopromossa in Super League ieri pomeriggio tramite un comunicato stampa diffuso sul sito web della società elvetica.

L’amarezza di Zeman dopo l’addio ufficiale al Cagliari: stagione finita tra le polemiche

Fortemente voluto alla guida della squadra bianconera dal presidente Angelo Renzetti, il profeta del gioco a zona offensivo protagonista di storiche imprese a inizio carriera col Foggia e successivamente diventato un simbolo della lotta alla corruzione nel mondo del calcio prenderà le redini del gruppo da poco approdato nella massima serie da mercoledì prossimo, data della firma “nero su bianco” a Lugano.

Per l’ormai 68enne Zdenek Zeman si tratta di un’esperienza nuova, preceduta da poche (e a dire il vero non proprio fortunate) avventure professionali fuori dai confini italiani, come quelle nelle vesti di tecnico del Fenherbace nel 1999 e della Stella Rossa di Belgrado nove anni dopo.

(Pescara, pressing di stampa e tifosi sulla società per il ritorno di Zeman: nulla di fatto)

Deluso dal trattamento ricevuto in Italia nelle due più recenti stagioni, rispettivamente a Roma e Cagliari, il caposcuola del 4-3-3 a trazione anteriore ha ceduto alle lusinghe di patron Renzetti, suo estimatore della prima ora intenzionato a trasferire in Svizzera l’epopea indimenticabile di Zemanlandia puntando su una campagna acquisti molto attenta al mercato italiano.

Il bomber del Pescara dei record Marco Sansovini e il milanista Giampaolo Pazzini i primi nomi circolati a Lugano in queste ore di entusiasmo dopo l’annuncio dell’arrivo del nuovo tecnico, mentre lo stesso Renzetti ha confessato alla "Gazzetta dello Sport" la volontà di assicurarsi le prestazioni di giocatori noti al pubblico elvetico del calibro di Martino Borghese e Fulvio Sulmoni.

Come da prassi, Zeman ha chiesto e ottenuto un contratto annuale, rinnovabile a fine stagione previo incontro bilaterale tra le parti interessate, mentre sembra scontato il trasloco “in blocco” dello staff del Boemo formato dagli uomini di fiducia che hanno accompagnato il Mister di Praga in giro per l’Italia nei vari campionati.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017