Excite

Zambrotta chiama a raccolta Bari

Per battere l'Irlanda del Trap ci sarà bisogno del supporto del pubblico. Ne è convinto il terzino del Milan e della Nazionale Gianluca Zambrotta. Queste le parole del campione del mondo alla vigilia dell'importante match contro la principale rivale nella corsa alla qualificazione al Mondiale: "Spero non ci sia contestazione, le scelte del ct vanno rispettate (Zambrotta si riferisce alla quaestio Cassano, ndr). Mi auguro quindi non ci siano fischi, nè per Lippi nè per la Nazionale. Abbiamo bisogno del grande pubblico di Bari per vincere questa partita con l'Irlanda". Quindi l'ex giocatore di Juventus e Barcellona parla del commisario tecnico degli avversari; il 'Trap', per altro ex ct degli 'Azzurri': "E' uno che ci conosce ma anche noi conosciamo lui. Certo ci farà un certo effetto averlo contro. Sarà comunque una gara difficile, due punti non sono un distacco che ti permette di fare calcoli. Noi dobbiamo giocare per vincere e cercare di andare a +5, perché quello sarebbe un vantaggio importante. Il discorso qualificazione non sarebbe chiuso, ma sarebbe un bell'allungo".

"Non è una fatalità quanto accaduto a Di Natale, è successo qualcosa che si poteva evitare" Questo lo sfogo, raccolto da Radio Kiss Kiss, del dg dell'Udinese Pietro Leonardi "l'Italia non c'entra nulla con il suo infortunio. La responsabilità è di chi consente di svolgere gare importanti su manti e campi così disastrati e impraticabili. Non si può permettere che queste partite, che vedono come protagonisti dei patrimoni importanti come i calciatori che vanno in campo, vengano fatte giocare su campi inadeguati. Ho visto le immagini anche di Lituania-Francia e anche in quel caso mi sembrava tutto sconvolgente. Si deve fare molta più attenzione". Il pensiero poi va al campionato: "Per l'Udinese è un danno grande e non si può dire quanto, mi auguro solo che ci possa essere quello spunto in più e quella forza per andare avanti anche per Totò. L'Inter? Al di là delle altre squadre che ci chiedono di fermare la capolista, per noi si tratta di una partita importante, che vuol dire tantissimo per il nostro campionato. Potrebbe essere importante riuscire a far risultato per noi e per la nostra gente, visto che la stagione ha detto poco per quelle che sono le nostre potenzialità. Cerchiamo di andare in Coppa Uefa, per la prima volta nella nostra storia siamo entrati nei quarti di finale ed abbiamo una grande opportunità: stiamo a vedere cosa può succedere. Dobbiamo essere orgogliosi delle nostre prestazioni, senza avere timore. Dobbiamo avere il gusto di chi per la prima volta si approccia a certe manifestazioni. Con questa spensieratezza mi auguro, e ritengo, che possiamo anche sorprendere. Perciò godiamoci questo: in futuro vediamo cosa potrà arrivare".

 [in collaborazione con Calciomercato.it]

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017