Excite

Wiki Excite: Yuto Nagatomo

Yuto Nagatomo, nato a Saijo (Giappone) il 12 settembre del 1986, è il terzo personaggio che andiamo ad analizzare insieme dopo Andrea Bertolacci del Lecce e Alexis Sanchez dell'Udinese. Ricordiamo che la nuova rubrica 'Wiki Excite' andrà a scovare giocatori poco noti o giovani promesse da tenere in grande considerazione nell'appuntamento settimanale che sarà ormai fisso per i nostri numerosi lettori. Uno spazio ricco di curiosità e aneddoti che renderà la scheda di un calciatore più accattivante ed originale.

Inter-Genoa 5-2: il VIDEO del gol di Nagatomo

Biografia e carriera

Nagatomo esordisce in J-League nel 2007 con l'FC Tokyo con cui totalizza 72 presenze e 5 reti totali prima di trasferirsi in Italia il 14 luglio 2010 accettando la proposta del Cesena, con la formula del prestito per un anno con diritto di riscatto. Schierato subito titolare sulla fascia sinistra dal tecnico del Cesena Ficcadenti, Nagatomo stupisce un pò tutti dimostrando carattere e ottima spinta oltre ad avere un ottimo cross.

'Wiki Excite' - 2° puntata: Alexis Sanchez

Riscattato dalla società di Campedelli a fine gennaio 2011 per circa 1,7 milioni di euro si trasferisce all'Inter l'ultimo giorno di mercato il 31 gennaio 2011 in uno scambio di prestiti con Davide Santon, diventando così il primo calciatore giapponese a vestire la maglia neroazzurra. Un prestito in realtà con diritto di riscatto fissato a 4 milioni di euro per un'operazione che potrebbe rivelarsi vincente anche per il merchandising. L'esordio con la nuova maglia dell'Inter arriva il 6 febbraio contro la Roma mentre la prima rete in Serie A Nagatomo la mette a segno alla 28° giornata nel turno casalingo contro il Genoa in cui l'Inter vince 5-2. In Nazionale 5 presenze ed 1 gol con il Giappone Under 23, 40 gare disputate condite da 3 reti nel Giappone con cui ha vinto la Coppa d'Asia 2011 sotto l'attenta guida di Alberto Zaccheroni.

'Wiki Excite' - 1° puntata: Andrea Bertolacci

Curiosità e carattere del calciatore

Dopo l'approdo al Cesena, Nagatomo ha impiegato soltanto sei mesi per farsi notare in Serie A e guadagnarsi le attenzioni dell'Inter che ha deciso di portarlo a Milano e con ogni probabilità dovrebbe riscattarlo al termine della stagione. Giunto all'Inter in punta di piedi ha come idolo il capitano nerazzurro Javier Zanetti: 'Javier Zanetti è il mio Senpai (modello, ndr). Lo ringrazio perché mi è stato sempre vicino. Si prende cura di me. All’inizio c'era qualche problema di comunicazione, ma ora si è risolto tutto e va tutto bene'. Carattere aperto e scherzoso, il terzino sinistro giapponese è già diventato la mascotte dello spogliatoio nerazzurro che l'ha accolto con piacere.

Domenica è arrivato il primo gol in Serie A giunto con la maglia dell'Inter per il giapponese Nagatomo che ci tiene a ringraziare tifosi e club: 'A che punto è il mio italiano? Sto migliorando, piano piano. Devo ringraziare l’Inter per tutto quello che mi ha regalato in questo periodo. Ringrazio anche i tifosi principalmente perchè il mio è un lavoro difensivo e non dovrei andare a fare gol, quindi quello che mi è capitato oggi è un regalo che mi è arrivato e che io regalo ai miei tifosi. Leonardo? È un grande allenatore quindi volevo ringraziarlo portandogli la mia gioia per tutto quello che ha fatto da quando sono arrivato a Milano'.

Nagatomo ha anche svelato un piccolo segreto sul proprio blog personale: 'Mangio sempre prugne salate prima di ogni gara. Sono ricche di acido citrico e aiutano a smaltire la stanchezza'. Un consiglio dunque sulle sue abitudini alimentari con un prodotto che si chiama umeboshi e nella cucina giapponese è usato come condimento. La presenza di acido citrico nelle prugne aiuta ad eliminare la stanchezza e purifica l'organismo di questo difensore giapponese che rivela i suoi punti di forza: 'Il mio punto di forza è l’uno contro uno e la velocità. Innazitutto, vorrei aiutare la squadra sfruttando queste mie capacità. Il numero 55? Ho sempre utilizzato il numero 5, ma visto che qui era giù usato da Dejan Stankovic ho chiesto di poter aggiungere una cifra e prendere il 55'.

Utilità al fantacalcio

Fantacalcisticamente parlando bisogna necessariamente essere sempre molto sinceri: il trasferimento dal Cesena all'Inter non è stato accolto con piacere da tutti i fantallenatori che lo avevano in rosa e che in molti casi sono stati invogliati a venderlo. Titolare fisso nella squadra di Ficcadenti, rincalzo in prima linea nell'Inter di Leonardo. Media appena sufficiente per il terzino giapponese che ha segnato domenica la prima rete in Serie A e che aveva fatto un assist nel girone d'andata con la maglia del Cesena. In questo momento non è un acquisto consigliabile considerando la grande concorrenza all'Inter con Chivu, Javier Zanetti e Cordoba che potrebbero ricoprire il ruolo di terzino sinistro. Deve ancora crescere e maturare prima di poter essere considerato un difensore di sicura affidabilità: per il momento meglio puntare altrove con un Ranocchia in formato nazionale e un Maicon che sembra finalmente tornato sui livelli della passata stagione.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019