Excite

Viola di rabbia

Una grande prestazione non è bastata alla Fiorentina per uscire indenne dall'Allianz Arena di Monaco. Colpa soprattutto di un abitraggio che ha lasciato molto perplessi, soprattutto per il gol del decisivo 2-1, realizzato da Klose in nettissimo fuorigioco.

D'altronde l'arbitro Ovrebo, lo stesso della discussa semifinale Champions Chelsea-Barcellona, non è nuovo ad imprese del genere. Stavolta ci va di mezzo la squadra di Prandelli, brava a rispondere alle iniziative dei tedeschi, quanto sfortunata nel finale, quando la terna arbitrale non ne imbrocca una.

La partita si sblocca nel finale del primo tempo, quando Kroldrup falcia Ribery, rigore ineccepibile trasfromato da Robben. Ad inizio ripresa la Fiorentina agguanta il pareggio proprio con il difensore danese, bravo a deviare in rete un assist di ginocchio di Jovetic. Il veleno è tutto nella coda. La partita sembra scivolare su un 1-1 che andrebbe bene, più che bene ai viola, quando Ovrebo e uno dei suoi assistenti decidono di metterci lo zampino: Ribery tira, Frey respinge, Olic di testa cede il pallone a Klose che,ancora di testa, spedisce il pallone in fondo al sacco. L'attaccante è in netto fuorigioco, l'arbitro non è d'accordo, Vargas protesta,ammonito. La strada verso i quarti di champions s'impenna un pochino, ma questa Fiorentina, arbitri a parte, può tentare l'impresa.

Stesso punteggio nell'altro ottavo, quello tra Porto e Arsenal. Portoghesi in vantaggio con Varela, rete subito pareggiata da Campbell, poi nella ripresa 6' proprio il difensore dei gunners tocca di piede verso fabianski, il portiere dei gunners, ancora non aggiornato sul regolamento in vigore da circa vent'anni, prende il pallone con le mani. Punizione a due in area, Falcao ringrazia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018