Excite

Viktoria Plzen-Napoli 2-0, Cavani e Insigne non bastano, addio Europa League

  • Getty Images

Il Napoli di Walter Mazzarri chiude la tre giorni di coppe europee. La qualificazione agli ottavi di finale di Europa League è un sogno per i partenopei che sono stati battuti con il roboante punteggio di 3-0 dal Viktoria Plzen al San Paolo. Per la trasferta in Repubblica Ceca gli azzurri devono fare a meno di Hamsik bloccato dall’influenza.

Mazzari decide di tenere a riposo Cavani, Inler e Cannavaro che partono dalla panchina. Lo schema è un atipico 4 3 3 con Insigne, Pandev e Calaiò a cercare i gol qualificazione. Il Napoli prova subito ad attaccare e dopo un brivido in difesa riesce ad andare al tiro con Insigne ma Kozacik respinge la conclusione del talento partenopeo.

Purtroppo il Napoli non riesce a dare continuità al suo gioco offensivo e le palle gol per gli attaccanti latitano. Per vedere una conclusione pericolosa bisogna attendere il minuto trentasette con Insigne che sfiora il palo di pochi centimetri. Troppo poco per tentare l’impresa. Termina così il primo tempo.

Ad inizio ripresa Mazzarri inserisce Cavani e Inler e lascia in panchina Behrami e Donadel. Lo schieramento diventa un 4 2 4 inedito per i partenopei. Lo schieramento scelto da Mazzarri sbilancia moltissimo il Napoli. Al Viktoria Plzen bastano cinque minuti per colpire in contropiede con Kovarik che finalizza un bel cross dalla destra di Rajtoral. De Sanctis non riesce a trattenere il tiro e la palla termina in rete.

Il gol dei cechi di fatto chiude la partita. Il Napoli prova a reagire ma non ne ha la forza e finisce per innervosirsi. Cavani viene ammonito e salterà la prossima partita europea del Napoli, che con ogni probabilità sarà in Champions League.

Al settantaquattresimo arriva anche il raddoppio del Viktoria Plzen, a metterlo a segno è il solito Tekl che si esibisce in un tiro a giro che va a morire sul secondo palo con De Sanctis immobile.

Il primo vero tiro in porta del Napoli nella ripresa giunge all’ottantesimo ed è Calaiò a sfruttare bene una verticalizzazione e conclude a rete. La palla termina di pochissimo a lato.

All’ottantaduesimo il Viktoria va vicino al terzo gol. Bell’inserimento di Rajtoral, cross per l’accorrente Reznik che da due passi colpisce in pieno la traversa.

Il Napoli esce a testa bassa dall’Europa League e dovrà reagire in fretta perché prima della sfida con la Juventus ci sarà la trasferta sul campo dell’Udinese.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020