Excite

Vieira: "Non sono un dopato"

Il centrocampista dell'Inter, Patrick Vieira, si difende dalle accuse sul caso "Actovegin", il farmaco che sarebbe stato consigliato al giocatore per curare rapidamente l'infortunio alla coscia sinistra occorso il 30 maggio scorso ed essere disponibile per gli Europei.

Il quotidiano francese "Le Parisien" aveva svelato l'inedito triangolo Vieira-Sagnol-Muller Wohlfahrt, con il secondo che avrebbe messo in contatto il roccioso mediano con il medico del Bayern Monaco e della Germania per avere la sostanza a base di plasma di vitello, proibita visto che migliorerebbe il trasporto di ossigeno ai tessuti.

Vieira affida la propria risposta alle colonne de "L'Equipe": "Sono arrabbiato, sono accuse molto gravi. Non ho mai gestito le cose in questa maniera, in quindici anni di carriera. Ho chiesto diversi pareri su come trattare il mio infortunio e recuperare in fretta, ma sempre rispettando il mio fisico. E alla fine non ho preso nulla. Ho solo chiesto cosa veniva fatto in altri Paesi e il medico del Bayern ha suggerito questa soluzione. Io, però, ho preferito pensare alla mia salute. Ancora una volta vengo processato per qualcosa che non ho fatto. Non ho fatto nulla di proibito o di illegale, sono un giocatore pulito e posso guardarmi allo specchio senza problemi".

 [in collaborazione con Calciomercato.it]

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017