Excite

Vialli : "Zeman è un paraculo. Non l'ho mai perdonato"

  • infophoto

Attuale opinionista Sky ed ex attaccante della Juventus, Gianluca Vialli torna alla ribalta, tuonando su Zdenek Zeman, nel corso della trsasmissione "Tutti convocati" condotta da Carlo Genta su Radio24.

Stuzzicato sul ct boemo, Vialli ha sbottato: "Zeman è una persona molto intelligente, ma è anche un grandissimo paraculo, combatte le battaglie che gli convengono e le altre se le dimentica. Io non l'ho mai perdonato: ha gettato un'ombra sulla carriera mia e di Del Piero, e non mi ha ancora chiesto scusa".

Riguardo al campionato della Roma, Vialli ha aggiunto che: "La Roma può dare fastidio alla Juventus così come lo può fare il Napoli. I giallorossi hanno il vantaggio di non avere la Champions League e il tridente con un Totti anarchico dietro a Osvaldo e Destro può essere potenzialmente il più forte del campionato".
Ed aggiunto sulla Juventus, favorita ala corsa scudetto: "Giovinco, Asamoah, Isla, nel rapporto qualità-prezzo, sono i tre colpi migliori del calciomercato. Con l'Inter che sta ricostruendo e il Milan meno forte dello scorso, è giusto che la Juve aspetti l'anno prossimo per il grande colpo. La rosa attuale può bastare
".

All'epoca dei fatti, Vialli definì Zeman "un terrorista", in quanto accusò i due calciatorei senza nessuna prova, arbitrariamente, trovando i favori di quel tifo (soprattutto anti-juventino) facilmente suggestionabile, che tende a dar credito alle provocazioni extra-calcistiche, non avvalorate dai fatti.

Se Zeman avesse avuto delle prove, avrebbe fatto bene a presentarle agli orgnai competenti. Ma così non fece, e le sue provocazioni rimasero tali ed offuscarono l'immagine dei due fuoriclasse bianconeri.

Amato ed odiato allo stesso tempo per il suo gioco "spregiudicato" (votato all'attacco, con difese alte), Zeman è atteso quest'anno ad un nuovo riscatto con la Roma, dopo esser stato lontano dai campi di serie A per molti anni, e dopo aver collezionato numerosi esoneri in carriera (esonerato dalla Lazio nel 97, dal Napoli nel 2000, dal Lecce nel 2006 in seri B, dalla Stella Rossa nel 2008, ecc.).
Sarà l'anno buono? Nel frattempo, il ct boemo continua a provocare l'ambiente bianconero. Il mese scorso, dichiarò che Conte non dovrebbe allenare. In quell'occasione, John Elkann rispose stizzito: "Carrera in una partita sola ha vinto più di lui in tutta la sua carriera".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018