Excite

Verso Danimarca-Italia. Balotelli: "Problemi al ginocchio, vado via", Prandelli lo ferma

  • Getty Images

Alla vigilia di Danimarca-Italia e Italia-Armenia, ultime tappe sulla strada che porta ai Mondiali di Brasile 2014, per i quali la Nazionale ha già ottenuto il pass, Mario Balotelli ha accusato un risentimento al ginocchio. Un problemino, rivelatosi durante l'allenamento di martedì pomeriggio e successivamente smentito dalla risonanza magnetica, che ha spinto l'attaccante a chiedere l'abbandono del ritiro di Coverciano ed il ritorno a Milano, negato da Cesare Prandelli.

Nonostante l'esito degli esami, Balotelli avrebbe insistito. "Ho male al ginocchio", Prandelli a quel punto sarebbe intervenuto con decisione "Anche Insigne e Verratti hanno dei fastidi. Restate tutti a Coverciano perché dopo Copenaghen c'è la trasferta a Napoli". A riportare la notizia è il Corriere dello Sport. Il dottor Castellacci ha chiarito che si è trattato di un affaticamento all'adduttore.

Secondo quanto si legge ancora sulle pagine del quotidiano romano, dietro la richiesta di Balotelli ci sarebbe il timore di una trasferta a Napoli, al San Paolo si giocherà Armenia-Italia, dopo i fatti che lo hanno visto suo malgrado protagonista. Nello scorso maggio Balotelli fu accusato da un pentito di camorra, Armando De Rosa, di aver spacciato droga a Scampia. Fatto che suscitò la rabbia di Mario con tanto di risposta su Twitter ("ahahah adesso spaccio droga! Prima andavo a put...E magari poi lo prenderò anche in...Ma vergognatevi.Usate il mio nome non per audience").

Ma Napoli è anche la città di Raffaella Fico, la showgirl che le avrebbe dato una bambina (Pia, mai riconosciuta dal calciatore).Sulla storia, ormai naufragata, incombono anche querele da ambo le parti.

BUFFON - Ieri intanto ha parlato Gianluigi Buffon. "Ogni tanto Mario ha bisogna di allentare la pressione. L'unica maniera per farlo è scherzare o parlare di altro. Prandelli ha fatto bene a convocarlo. Va bene il codice etico, ma la squalifica risale a 20 giorni fa".

Il portiere bianconero ha inoltre affrontato il tema del momento,quello dei cori razzisti. "Dobbiamo cercare tutti di comprendere che il confine tra campanilismo, goliardia, ironia e razzismo è molto labile. Ci muoviamo in un campo minato".

Capitolo campionato: "La Roma non è una meteora, l'ho vista giocare contro l'Inter e mi ha impressionato moltissimo. Garcia deve essere un grande allenatore, ma temiamo anche il Napoli e l'Inter. Il Milan al completo fa paura. Champions? Dopo due giornate ci aspettavamo qualche punticino in più, non puntiamo a vincerla, ma a migliorare quel che abbiamo fatto nella scorsa stagione".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020