Excite

Udinese fuori dalla Champions League, il Braga si qualifica ai rigori

  • Infophoto

Niente da fare per l’Udinese di Francesco Guidolin. Il Braga conquista la qualificazione ai gironi di Champions League dopo 120 minuti di battaglia e cinque rigori perfetti. Per i friulani resta il grosso rammarico di aver avuto sia all’andata che nella serata del Friuli l’opportunità di chiudere la partita sul 2-0.

L’Udinese scende in campo con il classico 3-5-2 anche se Fabbrini giostra alle spalle di Di Natale che spesso e volentieri si è lamentato per la troppa solitudine. Peseiro risponde con il 4 2 3 1 che vede i piedi buoni portoghesi giocare tutti a supporto di Lima. In realtà come all’andata gran parte del gioco passa per i piedi di Hugo Viana.

Video gol e rigori di Udinese-Braga 1-1 (5-6 dcr).

La prima occasione è proprio per il Braga. Mossoro pesca Lima solo davanti a Brkic che si distende in tuffo e devia la palla in angolo, una parata importante. Passano dieci minuti ed è ancora il Braga ad andare vicino al goal. Brkic esce a vuoto su un calcio d’angolo ed è Armero ad anticipare Douglao quando ormai il goal sembrava cosa fatta.

Di Natale prova a scuotere l’Udinese ma il suo tiro finisce a 3-4 metri dalla porta difesa dall’ottimo Beto. Come è capitato in Portogallo anche a Udine i bianconeri passano in vantaggio alla prima vera occasione. Una combinazione Fabbrini-Basta mette Armero tutto solo davanti alla porta. Il colored dell’Udinese colpisce di testa e porta i friulani in vantaggio.

Il colpo disorienta un po’ il Braga che comunque mantiene il comando delle operazioni anche se non si rende più pericoloso. L’Udinese è compatta e gestisce il vantaggio senza grossi scossoni. Nel finale di tempo i bianconeri hanno due occasioni per chiudere il discorso qualificazione. La solita punizione di Di Natale pesca la testa di Domizzi. Il colpo di nuca del centrocampista friulano sembra destinato al fondo della rete ma Beto compie una prodezza e lo devia in angolo.

L’ultima occasione del primo tempo è ancora per l’Udinese. Ripartenza dei friulani, sponda di Fabbrini per Armero. Il sinistro del colombiano è deviato di piede dal solito Beto.

Il secondo tempo comincia con il Braga che cerca di affrettare i tempi ma i portoghesi sono poco efficaci. La prima occasione, ed è clamorosa, è ancora una volta per l’Udinese. Pereyra pesca Armero tutto solo davanti a Beto ma l’esterno friulano dopo aver controllato bene la palla calcia contro il terreno di gioco e cade tutto da solo. Incredibile.

Peseiro capisce che deve cambiare qualcosa e riprova la mossa dell’andata. Esce Amorim ed entra Ruben Micael. Il nuovo entrato risulterà ancora una volta decisivo. L’Udinese un po’ stanca un po’ impaurita arretra troppo il suo baricentro e si fa chiudere dal Braga. I portoghesi mettono molti palloni al centro dell’area e la pressione comincia a farsi sentire.

Sono, però, i tiri da fuori a risultare più pericolosi. Ismaily al 68’ ci prova da 25 metri ma Brkic para in due tempi. Al 70’ è Hugo Viana a spedire un calcio di punizione all’incrocio dei pali. Brkic vola e mette in angolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo arriva il pareggio del Braga. Un errore della difesa mette Mossoro tutto solo davanti a Brkic che compie un mezzo miracolo. La respinta del portiere riporta la palla sui piedi di Mossoro che crossa al centro dove Ruben Micael mette in rete tutto solo. E’ l’1 a 1 che resetta tutto il discorso qualificazione.

Per dieci minuti buoni l’Udinese lascia il campo ai portoghesi che però non sanno approfittarne. Nel finale torna fuori l’Udinese. All’82’ è l’assistente dell’olandese Kuipers a fermare Di Natale lanciato a rete in posizione regolarissima. I tempi regolamentari si chiudono con un incursione di Basta che sbaglia l’ultimo controllo davanti a Beto. Si va ai supplementari.

Dopo il classico periodo di studio è il Braga ad avere la prima occasione. Mossoro mette una gran palla per Ruben Micael che tutto solo davanti a Brkic prova a servire Lima che in spaccata non riesce a raggiungere la palla per metterla in rete. E’ l’ultimo sussulto per il Braga.

Ad un minuto dalla fine del primo tempo supplementare è Pasquale con una bella progressione a servire Di Natale. L’attaccante napoletano è anticipato da Beto, la palla finisce di nuovo a Pasquale che tira in corsa ma Beto respinge anche la seconda conclusione.

Nel secondo tempo supplementare le squadre sono stravolte dalla fatica e troppo preoccupate di non prendere il goal del 2-1. L’unica occasione degna di nota capita ancora una volta all’Udinese. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Pinzi a servire Armero che sbaglia un controllo molto facile a tu per tu con Beto. Si va ai rigori.

Guidolin sceglie Domizzi, Pinzi, Maicosuel, Armero e Di Natale. La sequenza dei rigori, da una parte e dall’altra, è praticamente perfetta. L’unico e decisivo errore è di Maicosuel che al terzo tiro dal dischetto prova il cucchiaio ma Beto resta immobile e para facilmente. Bello il gesto di Di Natale che va a consolare il giovane attaccante brasiliano che mestamente tornava verso la metà campo. Purtroppo per l’Udinese ancora una volta i gironi della Champions League restano un miraggio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019