Excite

Tv, niente diritti in chiaro fino alle 22.30?

Niente calcio in chiaro fino alle 22.30 di domenica, in modo da far decollare le offerte per i diritti da parte delle pay-tv, che potrebbero avvicinarsi al miliardo di euro, ovvero il sogno di molti club per il 2010. Si tratta dell’ultima idea di Adriano Galliani e da molti definita “geniale”. La notizia trapela dalle colonne del quotidiano “Repubblica”.

La Rai è in attesa, Mediaset è in fermento. La prima potrebbe anche cercare di riprendere quei diritti che sono stati suoi per tantissimi anni, ma difficilmente potrebbe arrivare a spendere certe cifre. La seconda, in vista della scadenza dei diritti in chiaro per la serie A, fissata a giugno 2008, ha già deciso che dalla prossima stagione non farà più “Controcampo” del pomeriggio domenicale, ma solo quello serale: rinunciando in pratica ai diritti in chiaro, strapagati nelle ultime tre stagioni, 61,5 milioni all'anno. Una decisione che spingerebbe Sandro Piccinini ad accettare altre offerte: si parla di Sky o Radio Kiss Kiss, intenzionata ad aprire un proprio canale tv.

I presidenti delle società che partecipano al campionato di serie B, intanto, sono in fibrillazione. In queste ore riunione con la Melandri, i presidenti hanno elaborato un documento con la consulenza dello studio legale romano Tonucci&Partners. La B è ancora senza tv, ma anche la Coppa Italia non ha trovato un'emittente. Soffiano venti di crisi, sarà rivoluzione?

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017