Excite

Trofeo Tim, la Juve vince e diverte!

Amauri l’aveva detto, “se sto bene segno, devo solo ritrovare la condizione”, e così è stato. Ieri nella notte di Pescara il brasiliano era letteralmente ispirato, ed i suoi 2 gol, uno contro l’Inter, nato da un errore di Rivas, l’altro contro il Milan, che ha aperto le danze alla vittoria bianconera, hanno spianato la strada alla Juve per il Trofeo Tim, che tra le altre cose è la prima volta che la Juve vince in 9 edizioni di questa coppa estiva.

La prima partita ha visto giocare l’Inter contro la Juve, partita terminata ai rigori dopo una sfida da campionato vero, anche se da entrambe le parti mancavano pezzi illustri, vedi Eto’o e Diego. Il clima in campo però era da match importante, basta vedere la rabbia furiosa di Mourinho quando l’arbitro assegna alla Juve un rigore generoso sul finale, poi sbagliato da Iaquinta, o le scintille a centrocampo tra Felipe Melo e Stankovic. In questo clima comunque l’Inter riesce a passare in vantaggio per prima con Tiago Motta dopo un assist fortunoso di un ritrovato Quaresma, ma la Juve nel finale, dopo il rigore sbagliato da Iaquinta, agguanta nel finale l’1-1 con Amuari, che sfrutta un erroraccio di Rivas che di fatto gli regala il gol del pareggio; ai rigori è la juve a passare!

Inter - Milan, il secondo incontro, è allo stesso modo molto teso. Il Milan di Leonardo è però meno lucido e fatica a far girare la palla, mentre l’Inter è più solida ed il gol è nell’aria, centrato da Super Mario Balotelli che incorna tutto solo un assist dalla destra poco dopo il ritorno della luce a seguito di un black out che ha sospeso la partita per 10 minuti. E’ il debutto di Huntellaar, ma i palloni non gli arrivano e fa fatica a trovare spazi, d’altronde è appena atterrato a Milano, ma l’intesa con Pato sembra che non stenterà ad arrivare, mentre ciò che non arriva è ancora la condizione di Ronaldinho. Inter batte Milan 1-0.

Infine Milan - Juventus. La Juve è padrona del campo fin da subito, e nonostante il Milan cerchi l’aggressività non c’è nulla da fare contro la corazzata bianconera che tra l’altro fa scendere in campo da subito due promettenti primavera, Yago, trequartista di talento e Marrone a centrocampo, ed è proprio da un assist illuminante di Yago che arriva il gol dell’1 a 0 di Amauri con un secco diagonale al quale il nuovo portiere del Milan, Flavio Roma, non può opporsi; ma questo è solo il preludio al 2-0 che arriverà poco dopo con Vincenzo Iaquinta che sul filo del fuorigioco aggancia una bella palla smistata dal nuovo entrato De Ceglie e sigla il 2-0. Milan sempre più giù.

Insomma la juve vince e convince, diverte e segna, mostrando anche tanto di quel vivaio giovanile che piace tanto alla linea futura bianconera. Bene anche l’Inter che nonostante il risultato fa vedere di esserci, ed oltre a riconfermare Mario Balotelli mette in mostra anche la ritrovata condizione di Mancini e Quaresma, mentre non è molto ispirato Milito praticamente non pervenuto. Il Milan invece male, ha poco gioco, i palloni non arrivano e la scusa della condizione atletica a pochi giorni dall’inizio del campionato non tiene più, a Leonardo servirebbe un miracolo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019