Excite

Trofeo Tim 2014: Milan batte Juventus e Sassuolo con gol di Honda, Menez, El Shaarawy

  • Getty Images

Milan in grande spolvero al Trofeo Tim 2014, vinto dai “diavoli” grazie ad una prova di orgoglio della squadra di Filippo Inzaghi nell’ultima occasione utile per affrontare l’inizio ufficiale della stagione con una importante iniezione di fiducia per l’ambiente rossonero.

Ceduto Mario Balotelli al Liverpool, il Milan volta pagine e ricostruisce l'attacco

Protagonisti della bella serata di calcio estivo al Mapei Stadium, il giapponese Honda ed il “faraone” El Shaarawy, entrambi tornati a farsi applaudire dopo un lungo periodo di astinenza da gol e giocate di alto livello.

Attesissima dentro e fuori dal campo, la partita con la Juventus ha regalato ai tifosi milanisti la soddisfazione di veder soccombere il grande ex Massimiliano Allegri nelle vesti di nuovo allenatore bianconero: poco spettacolo, equilibrio sostanziale per una buona parte dei 45 minuti di gara, ma vittoria meritata per la formazione rossonera trascinata dal fantasista nipponico e meglio organizzata degli avversari tuttavia giustificati da qualche assenza pesante e una forma fisica “in progress”.

Di Pogba e Giovinco le uniche iniziative pericolose del collettivo juventino, mentre dall’altra parte la qualità in attacco di Honda e Menez insieme alla quantità sulla mediana di De Sciglio e Poli davano sostanza agli schemi di mister Inzaghi.

(Un bel gol del giapponese Honda consente al Milan di battere la Juve al Trofeo Tim)

Il risultato finale di 1-0, conquistato senza particolari patemi da Lopez e compagni davanti al pubblico di Reggio Emilia, ha aperto la strada alla conquista del Trofeo Tim 2014 da parte di un Milan finalmente in palla, anche se con diversi meccanismi ancora da perfezionare in corso d’opera.

Anche nei due successivi incontri, che hanno visto i padroni di casa del Sassuolo soccombere rispettivamente per 0-1 contro la Juventus e per 0-2 contro la squadra rossonera, l’impressione di una superiorità dei milanisti rispetto ai campioni d’Italia in maglia bianconera è stata confermata a pieno.

Di una vittoria su due match, col solo gol realizzato da Pereyra allo scadere dell’unico tempo di gioco del secondo incontro della serata, il magro bottino portato a casa da Allegri al termine del torneo.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019