Excite

Totti: "Per la Roma un 2013 di vittorie". Lippi pensa ai Mondiali con la Cina

  • Getty Images

Sono due i protagonisti del calcio italiano di inizio 2013. Nemici fieri e divisi in campionato per tanti anni, condottiero e stella di prima grandezza nell’impresa che ha portato gli azzurri sul tetto del mondo nel 2006. Marcello Lippi e Francesco Totti cominciano il 2013 con propositi bellicosi e con dichiarazioni che faranno sognare i tifosi di Cina e Roma.

Il tecnico viareggino ha dichiarato la sua intenzione di sedersi sulla panchina della Cina ai prossimi Mondiali in Brasile. Mancano due anni e Lippi sta ancora prendendo confidenza con la realtà cinese. Il primo approccio è stato vincente, come sua abitudine, il Guangzhou Evergrande ha vinto il campionato nazionale, la Coppa di Cina ed ha sfiorato la Champions League asiatica che è il vero obiettivo per cui il presidente lo ha portato in oriente.

Guarda il video con i gol di Totti

Lippi è soddisfatto della sua prima esperienza e chiarisce il suo obiettivo, “Io c.t. della Cina? Credo che io sia nei loro pensieri, perché no. Ho iniziato a conoscere questo tipo di calcio e fra due anni sarà anche più chiara la situazione. Potrebbe essere una soluzione”. Per la Cina avere sulla panchina un C.T. campione del mondo sarebbe sicuramente un passo avanti.

Lippi esclude il ritorno in Italia perché ormai è marchiato come juventino, parole sue, e quindi si concede solo un breve passaggio sulla Serie A e sui campioni d’Italia, “Conte ha dimostrato di avere una juventinità: è stato il capitano di una delle grandi Juventus, un esempio sul campo, ed è stato bravo a trasmettere i principi tecnico-tattici, perché questa Juventus non è solo cuore e grinta, ma anche organizzazione di gioco”.

Francesco Totti, invece, all’Italia ed alla Roma in particolare ha legato tutta la sua carriera diventandone un simbolo in giro per il mondo. Quando deciderà di appendere gli scarpini al chiodo passerà direttamente dal campo alla storia della società giallorossa come il calciatore più rappresentativo della Roma.

La squadra di Zeman è in tour negli Stati Uniti e tra una partita NBA ed un giro a Disneyworld Totti ha fatto gli auguri a tutti i tifosi ed ha espresso i suoi propositi per il 2013 ed oltre, “Ai tifosi vorrei fare un augurio speciale, di vittorie. Quello che la Roma e i romanisti aspettano da tempo. Un trofeo oppure uno scudetto il prima possibile. Quando riprendo Piola? Prima che smetto...”.

Totti, che ha riso alla battuta del presidente sul fatto che sarebbe stato lui a segnare il primo gol nel nuovo stadio della Roma, è già concentrato sulla sfida del San Paolo contro il Napoli di Cavani. I giallorossi dovranno fare a meno di Osvaldo, rimasto in Italia per curare i postumi di un’influenza, e forse di Daniele De Rossi che accusa un affaticamento ai flessori.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019