Excite

Tangenti a Milano, coinvolto Maldini

Paolo Maldini coinvolto nell'inchiesta che ha portato all'arresto per corruzione di Luciano Bressi, un funzionario dell'agenzia delle entrate di Milano. L'ex capitano del Milan, che non risulta indagato, chiese a Bressi una verifica abusiva presso l'anagrafe tributaria riguardante un contribuente, prima di ocncludere un affare immobiliare in Toscana.

L'intercettazione risale al 26 gennaio scorso ed è stata riportata nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Gloria Gambitta a carico di Bressi. "Visto che si tratta comunque di, sì di un impegno economico abbastanza..." dice Maldini al telefono "... volevo fare una piccola ... verificare su su su Alessandro eh... Come si può fare. Su di lui si può fare una verifica eh ... fiscale su di lui ... Nel senso se ha avuto problemi con la giustizia ad esempio eh. Oppure se ha avuto problemi con il fisco ... Giustizia posso chiedere a qualcun altro, so già a chi".

Nell'ordinanza lo stesso gip milanese ricorda che un episodio simile era già capitato nell'inchiesta, quando il giornalista Davide De Zan aveva chiesto a Giuseppe Lomuti (ex dipendente di Milano 1, arrestato un anno fa, ndr) informazioni patrimoniali su Sandro Piccinini, conduttore di "Controcampo", e sul collega Paolo Ziliani. In quell'occasione De Zan risultava indagato a piede libero per concorso in accesso abusivo a sistema informatico.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017