Excite

Supercoppa, Juventus-Lazio 4-0: gol di Pogba, Chiellini, Lichtsteiner e Tevez

  • Getty Images

E' finita 4-0 per la Juventus la sfida di Supercoppa in programma questa sera allo stadio Olimpico di Roma contro la Lazio. La squadra di Antonio Conte ha dominato con un inizio di ripresa micidiale. I biancocelesti - dopo aver chiuso il primo tempo sotto di un gol sono stati travolti da altre tre reti in poco meno di cinque minuti, dal 7' al 12' del secondo tempo. Poco ha potuto opporre la Lazio, se non le due occasioni avute da Klose a metà della ripresa.

A guastare la vittoria dei bianconeri sono stati alcuni ululati razzisti da parte della curva della Lazio, a ogni tocco di palla dei tre giocatori di colore della Juventus. È successo dal 38' del secondo tempo: ogni volta che Pogba, Ogbonna e Asamoah ricevevano il pallone c'erano ululati e fischi dalla curva. Così, prima della fine del match, è stato fatto anche un annuncio tramite altoparlanti per ricordare al pubblico che comportamenti razzisti sono vietati dal regolamento.

Soddisfatto l'allenatore Antonio Conte. «Sapevo che avremmo affrontato la gara con giusto piglio e sono felice di aver portato a casa per il secondo anno consecutivo l'accoppiata scudetto-Supercoppa. È stata una vittoria meritata», ha detto al termine della gara. «È tutto merito di questi ragazzi, sapevo che avrebbero affrontato la gara con il piglio giusto e così è stato. Sarà un'annata difficile, dovremo partire carichi come abbiamo fatto oggi, giocando con la testa e la voglia».

Gli fa eco il portiere Gigi Buffon: «Le grandi squadre e i grandi giocatori si vedono quando conta, quando la posta in palio e alta, e non nelle tournee. Sono felice di questo trofeo, il primo che conquistiamo in una gara secca davanti ai nostri tifosi», ha detto ai microfoni della Rai dopo la vittoria in Supercoppa. «La vittoria è un gran merito del nostro allenatore, lo sanno tutti che è un valore assodato per la squadra, ma qualcosina di merito l'abbiamo anche noi», ha concluso il portiere della nazionale.

Amara l'analisi dell'allenatore della Lazio. «Abbiamo mollato dopo il secondo gol e siamo stati un pò naif, mentre la Juve è stata furba. Ma fino al 2-0 non avevano creato un gran che», ha spiegato Vladimir Petkovic. «Loro hanno meritato, noi ora dobbiamo tornare con i piedi per terra dopo la finale vinta con la Roma. Dobbiamo fare un esame di coscienza, riconoscere i nostri errori e ricominciare da zero».

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018