Excite

Spaccarotella, "Chiedo perdono"

Luigi Spaccarotella, l'agente della Polstrada che l'11 novembre scorso, nell'area di servizio di Badia al pino sull'A1, nei pressi di Arezzo, sparò e uccise Gabriele Sandri, chiede perdono ai familiari del giovane tifoso biancoceleste.

"A i familiari di Gabriele chiedo perdono " dice Spaccarotella, che non si è presentato all'udienza preliminare del processo in cui è accusato di omicidio volontario "Ma non trovo le parole. Ho ucciso il loro figlio: dire che mi dispiace, che non volevo, non può essere sufficiente. Vorrei incontrarli, anche se so che non sarebbe facile ".

Cristiano Sandri, fratello di Gabriele, non crede alle parole di Spaccarotella: "Ora è tardi per chiedere perdono, dieci mesi sono troppi. Frasi che giungono con una tempistica processuale ineccepibile" ha commentato Cristiano " in dieci mesi non l'abbiamo mai sentito. Nè direttamente nè attraverso altre persone abbiamo mai ricevuto suoi messaggi "

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017