Excite

Siviglia-Benfica, rigori: i video degli errori clamorosi di Cardozo e Rodrigo

  • Getty Images

La conferma della maledizione del Benfica, capace di perdere ben 8 finali su 8 negli ultimi cinque decenni in campo internazionale dopo la “promessa” del tecnico ungherese Béla Guttmann risalente al lontano 1962 (ai tempi di Eusebio), è arrivata ieri sera durante e dopo i 120 minuti sul terreno dello Juventus Stadium di Torino.

Il Benfica sulla strada della Juventus

Perdere l’Europa League dominando per lungo tempo, sbagliando chiare occasioni da gol durante i minuti regolamentari per poi crollare al momento dei calci di rigore, è forse il modo peggiore per rispondere a chi alla vigilia aveva giocato col vecchio anatema evocando forze oscure contro la squadra portoghese.

A giudicare dall’esecuzione dei penalties da parte dei calciatori agli ordini di Jorge Jesus, il pensiero della malasorte potrebbe aver condizionato almeno alcuni dei protagonisti del match, facendo sì che l’eccesso concentrazione facesse da zavorra ai rigoristi di turno.

Pessimi, dal punto di vista tecnico, i tiri da fermo sia di Cardozo che di Rodrigo, autori di due veri e propri “passaggi” al pur bravo e carismatico portiere avversario Beto, protagonista assoluto della vittoria del Siviglia grazie anche ad alcuni interventi decisivi durante la partita. Da manuale del calcio invece le realizzazioni di Bacca, Mbia, Coke e Gameiro, bravi a mantenere la necessaria calma dal dischetto ed a tenere insieme potenza ed angolazione lasciando poco spazio all’incolpevole estremo difensore del Benfica Oblak.

A parziale scusante degli sconfitti, l’ombra sull’arbitraggio del fischietto tedesco Byrch, mal consigliato o meglio poco aiutato dai collaboratori in campo, nonostante la presenza di un assistente in più a ridosso dell’area di rigore. Non si può dire che sia stata ininfluente, ad esempio, la decisione di lasciar correre in occasione dell’intervento falloso dell’ingenuo Moreno ai danni di Lima, falciato mentre anticipava il difensore del Siviglia.

Coi se e coi ma, come è noto, non si fa la storia: la condotta del direttore di gara nell’ultimo atto dell’Europa League, però, è giusto che sia valutata alla stregua di un fattore “pesante”, se non determinante, ai fini del risultato finale. Senza nulla togliere, chiaramente, all’impresa degli spagnoli, comunque vincitori sul campo di una finalissima un po’ avara di spettacolo ma ricca di emozioni.

Benfica, Cardozo fallisce il rigore: video

I rigori della finale di Europa League: guarda il video

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019