Excite

Serie A: Marchisio abbatte il Milan, Napoli sogna in grande

  • LaPresse

La doppietta di Claudio Marchisio con cui mette ko il Milan è sicuramente la copertina di giornata che vede lo 'Juventus Stadium' fare per la prima volta davvero la differenza. Uno stadio costruito per creare un clima quasi surreale che aggiunge quel qualcosa in più per spingere la formazione bianconera alla grande impresa di portarsi in vetta alla classifica lasciando a -6 i campioni d'Italia in carica.

Grande prova in difesa di Giorgio Chiellini schierato da terzino sinistro, magistrale la regia di Andrea Pirlo tornato a giocare contro i suoi ex compagni pochi mesi dopo l'addio al Milan e fondamentale il lavoro svolto in avanti da Mirko Vucinic in grado di tornare ai suoi livelli dopo qualche problema di troppo avuto a Roma. Grandi meriti però vanno anche al tecnico Antonio Conte in grado di plasmare una squadra sembrata veramente in grande crescita. Complimenti che vanno girati però anche alla sorprendente Udinese di Francesco Guidolin che si porta in testa alla classifica trascinata dal solito Antonio Di Natale che quest'anno punterà a confermarsi per il terzo anno consecutivo in vetta alla classifica marcatori per dar credito al famoso proverbio 'non c'è due senza tre'.

Non dimentichiamo però quanto fatto anche da altre squadre che non vengono considerate 'big': in primis il Napoli di Mazzarri che cresce di anno in anno e, fin qui, non sta risentendo affatto del doppio impegno campionato-Champions League. Una rosa ampliata e consegnata all'allenatore che sta facendo grandi cose sia in Europa che in Italia confermando la netta crescita della compagine partenopea che, se eviterà turn-over suicidi come quello di Verona, potrà competere fino alla fine per la conquista dello scudetto. Impatto di primissimo livello quello di Davis Mangia con la Serie A considerati i 10 punti del suo Palermo che vince e convince contro il Siena dell'ex Varese Sannino e chiude per la prima volta dall'inizio dell'anno senza subire reti.

Positive le vittorie anche per Cagliari, Roma e Lazio: la formazione di Ficcadenti ha conquistato 10 punti nelle prime 5 giornate e sta facendo crescere alcuni giocatori (Astori in difesa, Nainggolan a centrocampo e Thiago Ribeiro in attacco) che al termine dell'anno potrebbero essere ambiti da tante grandi squadre. La Roma di Luis Enrique comincia a far intravedere una luce in fondo al tunnel e conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato grazie al 3° gol consecutivo messo a segno da Osvaldo che si è già tolto di dosso l'etichetta di 'oggetto misterioso'. Ottima la vittoria esterna della Lazio di Reja che ha ritrovato anche un Hernanes in forma nazionale (è stato infatti anche convocato dal Brasile) e con il tandem Cissè-Klose può far male a chiunque. Ora ci sarà la sosta per le nazionali ma si riprenderà subito con un match ad altissima tensione perchè Lazio-Roma domenica sera potrà già dire qualcosa sulle due squadre romane che puntano a far bene approfittando anche degli stop subiti dalle due milanesi che, ora come ora, si trovano sulla parte destra della classifica. Si riprenderanno certamente ma per ora le provinciali godono.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020