Excite

Serie A: Juventus, Roma e Napoli senza rivali. L'Atalanta inguaia il Catania

  • Getty Images

L'ultima giornata del girone d'andata della Serie A conferma ed amplia la distanza che c'è tra le prime tre in classifica ed il resto del campionato. La Juventus con l'undicesima vittoria consecutiva si cuce più di mezzo Scudetto sulle maglie. Roma e Napoli chiudono un girone d'andata da sogno, ma non basta con la squadra di Conte che domina la Serie A da tre anni. In coda pesante vittoria dell'Atalanta ai danni del Catania.

Cagliari-Juventus 1-4

Il Cagliari parte bene ed imbriglia la Juventus per una mezzora buona. La squadra sarda controlla e riparte. Il gol, scontato, arriva sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Pinilla tutto solo mette in rete. Dopo pochi minuti i padroni di casa potrebbero raddoppiare ma Conti non imita il compagno di squadra e manda alto da ottima posizione. Il pareggio arriva come una condanna. Cross di Lichtsteiner e Llorente non si fa pregare. Il pareggio apre la parte più bella della partita. Dessena si vede negare la gioia del gol da un Buffon superlativo e Vidal risponde impegnando severamente Adan. La partita sembra avviata verso un sorprendente quanto meritato pareggio, ma una conclusione di Marchisio, subentrato al peggior Pirlo della stagione, causa una papera di Adan e la palla termina in rete. La botta è troppo forte per il Cagliari che crolla psicologicamente. I gol di Llorente, prima doppietta per lui, e Lichtsteiner sono la logica conclusione del match.

Roma-Genoa 4-0

La Roma si rialza senza accusare più di tanto la batosta di Torino. La resistenza del Genoa dura poco più di venti minuti. Florenzi s'inventa una rovesciata alla Parola sugli sviluppi di un calcio di punizione. Un gol bellissimo che dà il via a venti minuti in cui i giallorossi potrebbero segnare ad ogni possesso. Il due a zero è firmato da Francesco Totti. Il gol numero 231 e facilitato da una deviazione di Manfredini che spiazza Perin. Prima delle fine del tempo un contropiede magistrale è finalizzato da Maicon con un bel tiro a superare Perin. La ripresa è pura accademia in attesa di buone notizie da Cagliari. Giusto il tempo per festeggiare il gol di Benatia, colpo di testa su calcio d'angolo di Totti, e poi c'è solo da attendere il triplice fischio dell'arbitro.

Verona-Napoli 0-3

Nulla ha potuto il Verona contro lo strapotere tecnico della squadra di Benitez. Gli scaligeri hanno giocato un ottimo quarto d'ora che faceva presagire una bella partita, ma poi il Napoli ha preso in mano il pallino del gioco e non lo ha più lasciato. Poco prima della mezzora arriva il gol del vantaggio. Higuain serve un assist splendido a Mertens che salta Cacciatore e batte imparabilmente Rafael. Il Napoli potrebbe raddoppiare in almeno un paio di occasioni ma Higuain e Callejon non riescono a trovare lo spunto vincente. Ad inizio ripresa il Verona prova il tutto per tutto ma la conclusione di Toni è splendidamente parata da Rafael. Nella fase finale è Insigne a scavare il solco definitivo. Prima firma il due a zero finalizzando un bel contropiede e poi innesta il gol di Dzemaili con una conclusione che Rafael riesce solo a respingere.

Atalanta-Catania 2-1

In una gara pesantemente condizionata dalla nebbia i nerazzurri di Colantuono riescono a portare a casa tre punti pesantissimi. L'Atalanta deve ringraziare il giovane Sportiello che in almeno un paio di occasione ha effettuato parate decisive. Il Catania non ha saputo finalizzare le occasioni che ha avuto in contropiede e dopo il gol su rigore di Denis non ha reagito. Nel finale c'è prima il raddoppio di Moralez e poi il gol della bandiera di Leto.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017