Excite

Serie A, il punto: Milan quasi tricolore, Zarate superstar

 di Valerio D'Epifanio

Il Milan quando mancano 5 giornate al termine del campionato 2010-2011 è ad un passo dalla conquista dello scudetto. Tanti, probabilmente troppi i 6 punti di vantaggio sulla prima inseguitrice Napoli che perde in casa contro l'Udinese compromettendo i sogni di gloria. La formazione rossonera grazie all'undicesima vittoria casalinga della stagione batte nell'anticipo la Sampdoria portandosi ad un ottimo +7 rispetto all'anno scorso con il miglior attacco della Serie A (59 reti totali) a pari merito con l'Udinese che nel posticipo s'impone 2-1 a Napoli grazie all'8° vittoria esterna da parte della squadra di Guidolin che, nonostante le pesanti assenze di Di Natale e Sanchez, ringrazia Inler (3° gol stagionale) e Denis (4° rete) restando a -1 dalla zona Champions.

Scudetto 2011, per chi tifi? Vota il nostro SONDAGGIO!

Terzo ko casalingo per la compagine di Mazzarri con il 2° rigore fallito da Edinson Cavani che si fa respingere il penalty dall'estremo difensore friulano Handanovic (5° rigore parato sui 7 totali subiti). Continua a sognare la Lazio di Reja che sbanca Catania con un poker ringraziando la prestazione superlativa dell'argentino Mauro Zarate che con un gol e due assist trascina i suoi al 6° successo esterno. Il bilancio con la passata stagione parla di un +23 che fa capire meglio come il 4° posto attuale rispetto al 16° del 2010 rappresenti un risultato davvero entusiasmante. Crollo verticale dell'Inter di Leonardo che subisce il 2° ko nelle ultime 3 partite con la 7° sconfitta esterna della stagione: addio scudetto con la qualificazione in Champions che passa dalla sfida della prossima settimana in casa contro la Lazio.

Serie A, 33° giornata: risultati e classifica

Pesante ed inaspettato ko interno della Roma di Montella che continua a registrare una difesa imbarazzante (47 reti subite in 33 giornate) che risulta essere la 3° peggiore di tutta la Serie A: hanno fatto peggio soltanto il Bari (48 reti subite) e il Palermo (54 gol subiti). La Juventus non va oltre il pari in casa della Fiorentina con il 7° pareggio esterno della stagione e saluta quasi definitivamente i sogni di Champions League considerando gli 8 punti di distacco dalla Lazio al 4° posto. Nelle zone calde della classifica si attende per la prossima giornata la matematica retrocessione del Bari che si trova a -13 dal quart'ultimo posto a 5 giornate dalla fine. Il Brescia compromette seriamente le speranze di restare in Serie A perdendo male a Genova e subendo l'11° ko esterno di una stagione che le ha visto conquistare 8 punti sui 51 disponibili fuori dalle mura amiche. Crisi nera per la Sampdoria di Cavasin che, scivolata in terz'ultima posizione a -2 dal Cesena, comincia seriamente a tremare considerato che attualmente ha il 2° peggior attacco della Serie A con 26 reti segnate in 33 gare dietro soltanto al Bari che ne ha fatte 20. Il Chievo battendo il Bologna è quasi salvo mentre respira il Parma di Colomba grazie al 5° successo casalingo ottenuto contro l'Inter.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017