Excite

Serie A, il punto: Lavezzi torna grande, Totti re di Roma

 di Valerio D'Epifanio

Dopo il tremendo ko in Champions League la Roma torna a sorridere grazie al capitano giallorosso Francesco Totti che sostituisce Borriello al centro dell'attacco e realizza una doppietta contro la Lazio salendo a 7 reti in campionato. Nona vittoria casalinga in 14 gare per la Roma che con Montella in panchina ha totalizzato 10 punti sui 12 disponibili vincendo con Bologna, Lecce e Lazio oltre al pareggio interno contro il Parma. Un ottimo impatto dunque per il giovane allenatore giunto dai Giovanissimi Nazionali della società giallorossa che, qualora conquistasse la qualificazione in Champions, potrebbe anche essere confermato dalla nuova cordata americana guidata da DiBenedetto che in questi giorni dovrebbe rilevare ufficialmente la Roma.

Serie A, 29° giornata: risultati e classifica

Il Napoli riprende a volare e lo fa grazie alla grande prova dell'argentino Ezequiel Lavezzi che si fa perdonare le 3 giornate di squalifica con una prestazione maiuscola che permette alla formazione di Mazzarri di battere 3-1 il Parma portandosi ad un insperato +14 rispetto alla scorsa stagione approfittando nel migliore dei modi del mezzo passo falso di Milan ed Inter. L'Inter con il pareggio di Brescia resta comunque il miglior attacco della Serie A con 55 reti complessive ma si fa avvicinare pericolosamente dalla stratosferica Udinese di Guidolin che con le ultime 4 reti segnate al Cagliari si porta a 54 gol segnati totali registrando un clamoroso +22 rispetto all'anno 2009-2010. Secondo miglior attacco della Serie A continua a stupire tutti con il tandem formidabile composto da Antonio Di Natale (capocannoniere indiscusso con 24 reti) e Alexis Sanchez (arrivato a 12 gol) che settimana dopo settimana continua a far lievitare verso l'alto il proprio prezzo di mercato che si aggira ora sui 40 milioni di euro.

Guarda le immagini più belle della 29° giornata di Serie A

A nove gare dal termine resta viva ancora la speranza di salvezza del Bari che strappa un prestigioso pareggio in casa della capolista Milan confermando un dato interessante: con Mutti in panchina la squadra pugliese non ha mai subito più di una rete a partita. Discorso diverso per l'attacco del Bari che resta inesorabilmente il peggiore della Serie A con soli 16 gol siglati in 29 gare e un -22 rispetto all'anno scorso che rende l'idea del calo verticale della squadra. La Juventus continua a deludere facendosi rimontare due reti a Cesena e continuando a dimostrando una preoccupante fragilità difensiva per una retroguardia che ha subito 37 reti totali: sono quasi il doppio rispetto al Milan capolista (miglior difesa con 21 gol subiti).

Rendimento incredibilmente opposto per il Catania di Simeone tra casa e trasferta se si pensa che la squadra siciliana è l'unica a non aver ancora vinto una partita in trasferta avendo colto lontano dal 'Massimino' soltanto 4 pareggi e 10 sconfitte. Un andamento da retrocessione se non fosse per le 8 vittorie casalinghe su 15 gare disputate a Catania con la vittoria e il sorpasso ottenuto grazie all'1-0 con cui ha vinto contro la Sampdoria di Cavasin, che perde all'esordio scendendo ad un pesante -16 rispetto alla passata stagione in cui la formazione blucerchiata si sarebbe poi qualificata in Champions League arrivando al 4° posto in classifica.

Nota di merito per il Bologna di Malesani che, nonostante il caos societario, la penalizzazione di 3 punti e i tanti problemi avuti durante la stagione, vince di misura a Lecce e si porta a 39 punti in classifica strappando di fatto una salvezza di gran lunga anticipata rispetto alle tabelle di marcia che dimostra un grande lavoro da parte del tecnico ex Parma e Udinese. Situazione opposta per il nuovo allenatore del Palermo Serse Cosmi che non ha cambiato molto nella formazione rosanero subendo 2 sconfitte in 2 gare dovendo ora affrontare il Milan ferito nel prossimo turno senza Bovo squalificato in difesa. Considerato che il Palermo è la 2° peggior difesa della Serie A con 46 reti subite (dopo il Lecce che ne ha preso 51 gol), possiamo pronosticare un ritorno in panchina di Delio Rossi in caso di pesante sconfitta contro il Milan. Sarà da vedere anche l'effetto derby per la Lazio che ospiterà il Cesena nell'anticipo del sabato pomeriggio: tante le squalifiche in arrivo, la prova tv potrebbe decimare la formazione di Reja che rischia di mettere seriamente a rischio una stagione che fin qui era stata senza dubbio molto buona con un +10 rispetto all'anno scorso che non può essere sottovalutato.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018