Excite

Serie A, il punto: Matri risveglia la Juve, Cavani re dei bomber

 di Valerio D'Epifanio

Non si può non cominciare con una statistica che lascia senza parole: Edinson Cavani, attaccante del Napoli, in questa stagione con la doppietta realizzata contro la Roma ha raggiunto quota 27 reti in 35 partite in stagione tra Campionato ed Europa League. Una media davvero incredibile per la punta di diamante della nazionale uruguaiana che proprio oggi compie 24 anni negli ultimi due anni al Palermo aveva segnato massimo 15 gol stagionali diventando titolare soltanto nell'ultimo anno dopo aver fatto spesso panchina. Quest'estate i 17 milioni di euro spesi da De Laurentiis sono stati sicuramente un investimento andato a buon fine con il prezzo del bomber che ora sarà a dir poco raddoppiato.

Serie A, 25° giornata: risultati e classifica

Ennesima doppietta stagionale realizzata quindi contro la Roma con il Napoli che resta al 2° posto solitario a 3 punti dalla capolista Milan. Un traguardo impensabile ad inizio stagione che la formazione di Mazzarri sta ampiamente meritando. Citazione d'obbligo anche per Antonio Di Natale che, dopo le 29 reti in Serie A realizzate l'anno scorso, è già a quota 18 quest'anno dopo aver superato le 100 reti personali con la maglia dell'Udinese. Un attaccante sempreverde che in estate ha rifiutato l'offerta della Juventus per restare fedele all'Udinese del patron Pozzo. Due reti messe a segno a Cesena anche per lui che lanciano l'Udinese a ridosso della zona Champions League.

Guarda le immagini più belle della 25° giornata di Serie A

Copertina di giornata da condividere però anche con Alessandro Matri, la punta arrivata nel mercato invernale dal Cagliari. Dopo un primo match senza grandi lampi a Palermo, Matri è riuscito prima a segnare una doppietta alla sua ex squadra proprio al 'Sant'Elia' e poi ad essere decisivo nell'attesissimo derby d'Italia contro l'Inter firmando di testa la rete del definitivo 1-0 con cui la Juventus ha conquistato la seconda vittoria consecutiva in campionato.

Stop pesante dunque per l'Inter di Leonardo con il Milan che invece rifila un poker al malcapitato Parma: doppietta per il brasiliano Robinho, sempre più al centro degli schemi di Allegri, e reti di Seedorf e Antonio Cassano, che sigla il suo primo gol ufficiale in maglia rossonera. Terza giornata senza reti invece per lo svedese Zlatan Ibrahimovic, apparso in calo rispetto alle scorse settimane. Se cade l'Inter, precipita anche la Roma che dopo il ko di Milano perde in casa contro il Napoli e dice addio ai residui sogni scudetto.

Divertente il 4-2 con cui la Fiorentina espugna il 'Renzo Barbera' di Palermo con la squadra viola che conquista la prima vittoria esterna stagionale. Da segnalare l'esplosione del giovane centrale difensivo Michele Camporese schierato nelle ultime partite titolare e reduce dalla convocazione nell'Italia Under 21 di Ferrara. Il Catania di Simeone conquista infine tre punti fondamentali in chiave salvezza grazie al fantasista ex Frosinone Francesco Lodi che, entrato ad inizio ripresa, trascina i suoi al successo casalingo contro la diretta concorrente Lecce mettendo a segno una doppietta. Il Bari, invece, nonostante il cambio di tecnico, non riesce a ritrovare la vittoria neanche con Bortolo Mutti e porta a casa soltanto un punto dal match interno contro il Genoa di Ballardini.

Si riscatta dopo un periodo di crisi nera la Sampdoria di Di Carlo che torna alla vittoria in casa contro il Bologna mettendosi alle spalle un momento davvero buio della stagione mentre il Cagliari di Donadoni offre una prestazione super in casa contro il Chievo trascinato dalla doppietta di Nenè. Sogni di gloria che non finiscono per la Lazio di Reja che passa all'inglese 2-0 in casa del Brescia grazie alle reti di Gonzalez e Kozak, conquistando tre punti molto importanti nonostante l'assenza dall'undici titolare di gente come Floccari, Zarate e Mauri.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019