Excite

Serie A, il punto: esplode il 'Pazzo', male Ibra-Pato

 di Valerio D'Epifanio

La cura Leonardo sta cominciando a dare i suoi frutti e l'Inter, grazie alla vittoria nel posticipo a Bari, si porta a -7 dal Milan capolista. Un ottimo punto di partenza considerando che la formazione nerazzurra deve ancora recuperare un match potendo potenzialmente sperare di ritrovarsi a quattro lunghezze dai cugini rossoneri.

Serie A, 23° giornata: risultati e classifica

Ottimo dunque il lavoro svolto fin qui dal tecnico brasiliano che sta rivitalizzando pian piano tutta la rosa dell'Inter grazie anche agli innesti arrivati dal mercato di gennaio. Gli acquisti di Ranocchia, Kharja, Pazzini e Nagatomo sono sicuramente importanti per una rosa che, visti i numerosi infortuni, aveva qualche problema soltanto a livello numerico ma non qualitativamente.

Guarda le immagini più belle della 23° giornata di Serie A

Il Milan deve cominciare a guardarsi dietro dunque cercando di fare bottino pieno in casa del Genoa domenica per poi guardare con più tranquillità il big match in programma domenica sera tra Inter e Roma. Se non segna Zlatan Ibrahimovic la squadra rossonera fa fatica con il brasiliano Pato che è ancora troppo discontinuo. I numerosi infortuni che ha subito nelle ultime settimane il Milan hanno condizionato sicuramente la formazione di Allegri con Leonardo che, in controtendenza rispetto ai rossoneri, sta recuperando praticamente tutti i calciatori a disposizione in rosa.

Cade il Napoli in casa del Chievo privo dello squalificato Lavezzi ma resta comunque al 2° posto in classifica a -5 dalla vetta continuando a cullare sogni di Champions League. La Lazio non molla però con la Roma che rallenta in casa contro il Brescia e dovrà fare il tutto per tutto in casa dell'Inter domenica se vuole ancora restare in corsa scudetto. Decima rete in campionato per Marco Borriello che si conferma trascinatore dei giallorossi. Bestia nera dell'Udinese è invece il capitano del Bologna Marco Di Vaio che, grazie al 14° centro stagionale, ferma la compagine di Guidolin sull'1-1 strappando un pari preziosissimo in chiave salvezza.

Continua a deludere la Juventus di Delneri che incappa nella 6° sconfitta stagionale perdendo 2-1 in casa del Palermo con grandi proteste però per l'arbitraggio di Morganti. Dure le parole nel dopo gara del tecnico bianconero Delneri e del dg juventino Marotta che però stanno fallendo sotto ogni punto di vista la stagione in corso. Eliminata dall'Europa League e dalla Coppa Italia, la Juventus si trova attualmente all'8° posto in campionato e, se non dovesse riuscire a qualificarsi in Champions League, il fallimento sarebbe totale senza necessità di trovare alibi nelle direzioni (pur discutibili) da parte di alcuni direttori di gara.

Disperata la situazione del Bari che subisce il 5° ko consecutivo e resta in ultima posizione a -9 dalla salvezza. Sarà davvero dura salvarsi per la squadra di Ventura che domenica è attesa da un confronto di vitale importanza: la trasferta in casa del Brescia penultimo non si può sbagliare per non compromettere una stagione già in salita. La formazione di Iachini, reduce da un confortante pareggio all'Olimpico contro la Roma, venderà cara la pelle cercando di accorciare la distanza rispetto al Catania di Simeone che, se finisse ora il campionato, sarebbe salvo.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020