Excite

Sentenze calcioscommesse, 10 mesi a Conte, assolti Di Vaio, Pepe e Bonucci

  • Infophoto

Sono state confermate, dunque, le voci che circolavano alla vigilia della sentenza della Commissione Disciplinare della Federcalcio, in merito ai procedimenti dal 1° al 4 agosto del caso "calcioscommesse", li in cui era finito pure Antonio Conte.

Juve in difficoltà sulla giustizia sportiva Milan, sul campo (guarda l'1-5 subito dal Real Madrid)

Il tecnico della Juventus ha subito una squalifica di 10 mesi e già domani non potrà andare in panchina allo Stadio Olimpico di Pechino, dove è prevista la sfida, tra Napoli e bianconeri, che assegnerà la Supercoppa italiana.

Il procuratore federale Stefano Palazzi aveva chiesto per l'allenatore campione d'Italia in carica 15 mesi di squalifica. L'accusa, omessa denuncia rispetto a due partite combinate nella stagione 2010/2011, quando Conte sedeva sulla panchina del Siena. Le gare finite sotto la lente d'ingrandimento degli inquirenti sono state Novara-Siena 2-2 e AlbinoLeffe-Siena 1-0.

Conte aveva anche tentato la strada del patteggiamento, ma la Disciplinare aveva ritenuto i 3 mesi e la multa di 200mila euro, frutto dell'accordo con Stefano Palazzi, "pena non congrua".

Nei giorni scorsi si era diffusa anche la voce di un Conte deciso a cambiare collegio difensivo (atto che avrebbe segnato una rottura con la società bianconera) passando da Briamonte a Giulia Bongiorno. Una indiscrezione smentita dalla stessa società bianconera: "La notizia diffusa poco fa da SkySport24 relativa ad un avvicendamento nel collegio difensivo di Antonio Conte è destituita da ogni fondamento. Eventuali integrazioni a tale collegio saranno valutate solamente laddove, malauguratamente, il caso le renda necessario".

Questo il commento di Michele Briamonte: "Il collegio difensivo sta aspettando il deposito della sentenza della Commissione Disciplinare nazionale. Ogni sostituzione o modifica sarà deciso da noi, insieme, e valutato alla base degli eventi. Ma ora siamo uniti in attesa della decisione favorevole. Ogni variazione spetta a mister Conte che in questa vicenda è ingiustamente accusato. La Juve non farà mancare come sempre il suo sostegno ed il suo aiuto al tecnico. Contrasti? E' piuttosto usuale in situazioni legali cosi' complesse che ci siano diversi punti di vista: idee diverse, nessuno contrasto con l'avvocato di fiducia di Conte Antonio De Renzis".

Angelo Alessio, collaboratore di Antonio Conte, è stato squalificato per 8 mesi, mentre Cristian Stellini, altro uomo di fiducia del tecnico pugliese, aveva già patteggiato due anni e mezzo. Stellini si era già dimesso dalla carica qualche giorno fa.

Il direttore Genrale juventino, Beppe Marotta, ha tenuto a rassicurare Antonio Conte: "Non ho pensato di sosotituirlo, neanche per un secondo (nei giorni scorsi si erano diffuse voci su un interessamento per Prandelli e Benitez). E' lui il nostro leader".

Buone notizie per Marco Di Vaio (la Commissione Disciplinare aveva chiesto 6 mesi di squalifica), Bonucci e Pepe (3 anni e mezzo la richiesta), assolti, così come nessuna penalizzazione per il Bologna (si partiva da una richiesta di 2 punti). Il Lecce ed il Grosseto sono stati retrocessi in Lega Pro (La Procura aveva chiesto anche una penalizzazione, rispettivamente di 6 e 3 punti). Per il Novara due punti di penalizzazione. Appelli da lunedì 20 agosto davanti alla Corte di giustizia federale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019