Excite

Scudetto, il triangolo no

Il testa a testa Roma-Inter risveglia il campionato dato per seppellito qualche mese fa, quando i nerazzurri sembravano irraggiungibili. Invece, i continui passi falsi del biscione, distratto oltremodo dalla corsa Champions e non sorretto da una condizione fisica all'altezza dei tempi migliori, la costanza della Roma, capace di mettere in fila 23 risultati utili consecutivi, 17 vittorie, 6 pari, hanno provocato il clamoroso ribaltone.

Chi vincerà lo scudetto? Vota il sondaggio

'Adesso non ci feremermo', annuncia Claudio Ranieri, artefice del miracolo giallorosso. E' la settimana che porta al derby della capitale. Mai una partita qualunque, specialmente in questo caso. 'Adesso dipende da noi' commenta Riise, 'Siamo uniti. Più uniti che mai' sottolinea Mexes.

INTER - Massimo Moratti mantiene la calma. O almeno ci prova. Il sorpasso subito dalla Roma rischia di mandare in tilt la squadra, attesa da due importanti match a stretto giro di posta, Juventus e Barcellona. 'Lo scudetto si deciderà all'ultima giornata', dichiara il presidente nerazzurro.

MILAN - Il Milan non è riuscito a conquistare la vetta dell'Etna. Figuriamoci quella,ancora più ardua, del campionato. Il 2-2 interno rimediato contro il Catania ha gelato molte delle speranze scudetto, non quelle di Leonardo. 'Possiamo ancora farcela', ha dichiarato il tecnico rossonero. Peccato,però, che questo Milan fallisca proprio nei momenti decisivi. Qualche settimana fa, con l'Inter sconfitto proprio dai siculi, ebbe la possibilità di portarsi al comando e fu frenato dal Napoli. Ieri stessa storia. Inter bloccata sul pareggio, ancora un'occasione per rifarsi sotto, ma niente da fare. Il Milan resta indietro, l'ottimismo di Leo vola comunque.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019