Excite

Sassuolo-Inter 0-7: i nerazzurri passeggiano, Milito festeggia il rientro con una doppietta

  • Getty Images

Il lunch match della quarta giornata della Serie A vede in campo Sassuolo, ancora a zero punti, e Inter. La banda Mazzarri è reduce dal pareggio con la Juventus e dall’annuncio della cessione della società da parte della famiglia Moratti. Una notizia che ha scombussolato tutto l’ambiente. In campo i nerazzurri schierano la formazione delle ultime giornate con Taider titolare e Palacio in attacco supportato da Alvarez. Gli emiliani puntano sull’ex Schelotto e su Floro Flores.

L’equilibrio in campo dura poco. Nagatomo va via sulla fascia e mette un pallone radente all’altezza dell’area piccola. Palacio ci si avventa da vero rapace dell’area di rigore ed incassa alle spalle dell’incolpevole Pomini. La reazione degli emiliani e poca cosa. La difesa sbanda paurosamente e per i contropiedisti nerazzurri è un invito a nozze.

Juan Jesus imbecca Palacio che tira a rete. Pomini respinge alla meno peggio, sulla palla si arriva per primo Taider che sigla il suo primo gol con la maglia dell’Inter. Al minuto ventitré il punteggio è di due a zero per gli ospiti e si ha la netta sensazione che la partita sia già finita.

Poco dopo la mezzora un lancio lungo per la testa di Taider viene intercettato da Pucino che anticipa il centrocampista dell’Inter ma con una parabola beffarda scavalca anche Pomini. E’ il terzo gol di un primo tempo che a Sassuolo ricorderanno a lungo. Il primo vero tiro in porta per i neroverdi è di Floro Flores, ma la conclusione sfiora il palo.

Il secondo tempo inizia sulla stessa falsariga della prima frazione di gioco. Dopo cinque minuti è Alvarez a sfiorare il gol con una conclusione dall’interno dell’area. Il Sassuolo risponde con una bella azione di Schelotto che pesca Missiroli a due passi da Handanovic, ma il centrocampista emiliano non trova il tempo giusto per mettere in rete.

Al minuto cinquantatré l’Inter cala il poker. Contropiede di Palacio. Il tiro dell’argentino è secco e preciso. Pomini respinge nella zona di Alvarez che mette in rete a porta vuota. Passano dieci minuti e torna al gol anche Milito da poco entrato in campo. Alvarez va via ad un avversario e serve un assist che il bomber argentino non può non trasformare in gol.

La squadra di Mazzarri non fa nessuna fatica ad arrivare in zona gol e le realizzazioni arrivano al ritmo di una ogni dieci minuti. Al settantacinquesimo si unisce alla festa anche Cambiasso che insacca uno splendido tiro dal limite dell’area. Per il povero Pomini è una giornataccia. Ancora dieci minuti è c’è da festeggiare il gol numero sette. Campagnaro innesca Guarin che vede Milito tutto solo al centro dell’area. Il pallone è perfetto e “Il Principe” può siglare la sua doppietta personale. Il secondo gol di Milito chiude il tiro al bersaglio.

E’ difficile valutare entrambe le squadre dopo una gara del genere. Di sicuro l’Inter non è più quella degli ultimi due anni, e senza coppe europee sarà un osso duro per tutti. Mai l’Inter aveva vinto con sette gol di scarto in trasferta. Il Sassuolo dopo quattro giornate ha subito quindici gol e ne ha messo a segno solo uno. Numeri impietosi che portano ad una sola conclusione: Serie B.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020