Excite

Buffon ringrazia Benigni: 'Tiriamo fuori l'orgoglio'

Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e dell'Italia, ha voluto commentare in prima persona la performance di Roberto Benigni apparso ieri sul palco dell'Ariston in questa ultima edizione di Sanremo: 'Spero l'abbiano visto in tanti - si augura il portierone bianconero intervenendo telefonicamente all'Ansa - potrebbe essere servito a destarsi e a darci quella piccola scossa necessaria a tirar fuori l'orgoglio necessario quando si mette in dubbio la nostra unità e la nostra identità di italiani'.

Sanremo 2011, Benigni e l'Unità d'Italia fanno il pieno di ascolti

Unico atleta italiano ad essere stato invitato a Reggio Emilia per i 150 anni dell'Unità d'Italia, Buffon ammette di aver appreso notizie a lui sconosciute dalla lezione sull'inno di Mameli di Benigni: 'La lezione di ieri mi ha migliorato - chiarisce l'estremo difensore bianconero - Anche io credevo che quello 'schiava di Roma' si riferisse all'Italia, e tutte le volte che lo cantavo in nazionale mi rimaneva una perplessità: Benigni ci ha spiegato che a esser schiava è la Vittoria, un concetto molto bello'.

Roberto Benigni a Sanremo: il VIDEO dell'esegesi dell'Inno di Mameli

Progetti che potrebbero coinvolgere tutta la Nazionale di calcio italiana secondo il punto di vista di Buffon: 'Bisognerebbe sentire i miei compagni, e poi un'iniziativa del genere spetterebbe alla federazione - puntualizza il portiere - Ma personalmente mi farebbe piacere. Non farebbe altro che accrescere le conoscenze di ognuno di noi, e l'attaccamento del nostro popolo alla bandiera e a quello che siamo. Benigni ha detto cose storicamente vere: come italiani ci distinguiamo per spirito artistico, di inventiva e per spirito battagliero quando c'è da lottare. Mi riconosco nel popolo che Benigni ha dipinto almeno fino a qualche anno fa, perchè ultimamente abbiamo ceduto qualcosa, abbiamo mollato'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020