Excite

Sabatini ammette: 'Lamela? Lo voglio a tutti i costi'

  • Foto:
  • ©LaPresse

Il nuovo direttore sportivo della Roma Walter Sabatini si è presentato oggi a Trigoria parlando del nuovo progetto del presidente americano Di Benedetto che vuole ripartire da Luis Enrique come tecnico per una Roma vincente: 'Motivo anche simbolico, rappresenta la discontinuità, rappresenta un'idea di calcio che vogliamo perseguire. E' giovane, esuberante, sfida se stesso, sfiderà anche questa avventura verso la quale va incontro. E' una cultura che viene traferita dai ragazzini alla prima squadra. Lui sarà molto bravo anche ad adattarsi alle esigenze del nostro campionato. Scelta coraggiosa, che rifarei sempre, anche se questo all'inizio potrebbe portare a qualche contraddizione'.

Scelte chiare da parte del presidente americano come spiegato in conferenza da Sabatini: 'Di Benedetto vuole vincere il campionato, ma deve volerlo anche Roma. C'è una forza d'urto della gente. E' la gente che fa il calcio, non i calciatori, è la gente che ha reso così popolare questo sport. Una società che ha questa spinta deve poter lottare per vincere. Lavoreremo per questo. Dobbiamo capire quali sono i giocatori pieni di voglie. Si devono confrontare con me e mi devono capire quanto vogliono stare alla Roma e a quali condizioni. La Roma è la Roma. Non sto realizzando un sogno del cassetto, né ho dormito con la foto di Losi. Dico questo perché tutti solitamente si presentano dicendo queste cose e io non sono così. Questa è la mia terza vita, è una cosa eccezionale, non c'è alcun legame con il mio passato'.

I tifosi giallorossi sognano un mercato da protagonisti con Sabatini che ammette l'ottima disponibilità economica: 'Nei prossimi giorni ci sarà un incontro tra le varie componenti per capire dove si può arrivare. DiBenedetto mi ha detto una cosa che mi ha esaltato, mi ha detto di fare il calcio e certamente occorrono i soldi. Non vi dico il budget perchè altrimenti se vi dico, per esempio, che abbiamo 80 milioni poi con 60 si prende Pastore e quindi poi che si fa? La proprietà mi ha autorizzato a lavorare serenamente sul mercato'. Si chiude con un appello a tutti coloro che amano la Roma: 'Voglio fare una rivoluzione culturale. A volte le squadre si impigriscono, vivono in una staticità di rapporti, non hanno quella voglia di fare un passo per coprire l'errore del compagno. Quando dico 'io' significa la Roma e tutte le persone che lavorano per la società. Ai tifosi non chiedo pazienza, chiedo complicità'.

Nel frattempo arrivano a Trigoria anche il nuovo tecnico Luis Enrique con il vice allenatore Ivan de la Pena mentre Sabatini rivela il suo sogno nel cassetto: 'Lamela? C'è una trattativa nevrotica, ammetto candidamente che lo voglio portare tutti i costi, combatterò per prenderlo. Se non verrà lui prenderò altri all'altezza'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020