Excite

Rudi Garcia: multe per 122 mila euro, l'allenatore dell'AS Roma punito per il vizio del cellulare in campo

Che i lupi non perdessero il vizio si sapeva, e Garcia quello del cellulare in panchina non vuole proprio toglierselo. Tutto cominciò il 25 agosto 2013. Prima giornata del campionato scorso, Livorno- Roma, prima panchina giallorossa per Rudi Garcia, all'epoca considerato solo per quanto di buono fatto nei suoi anni in Francia al Lille ma, si diceva, "la Serie A è altra cosa". A poco più di un anno da quel giorno tante cose sono cambiate per Garcia e per la Roma, ma una costante con quella sera c'è. Non parliamo della vittoria di quel giorno, ma della multa che l'allenatore francese ricevette in quell'occasione per aver utilizzato il telefono cellulare dalla panchina. Sul punto, infatti, l'articolo 4 del regolamento FIGC parla piuttosto chiaro: "L’uso di sistemi di comunicazione elettronica tra calciatori e/o staff tecnico non è consentito".

La violazione fu fatta notare come curiosità dai giornalisti a Garcia subito dopo la fine di quella prima partita nel campionato italiano. Il tecnico francese, nell'occasione piuttosto sorpreso, spiegò di non comprendere il senso della regola e si scusò spiegando di utilizzare tale sistema di comunicazione per ricevere indicazioni, in particolare nel corso del primo tempo, dal suo vice Bompard seduto in tribuna. Garcia disse che tale operazione era stata affinata ai tempi del Lille e spiegò come in Francia non ci fossero divieti simili nel regolamento. In Italia invece si, ma la pena per l'infrazione è esclusivamente pecuniaria e dunque Garcia, ponendo al primo posto l'efficienza tattica della sua squadra, ha deciso di reiterare in diverse occasioni la violazione.

Oggi, però, a seguito dell'ennesima ammenda di 10mila euro ricevuta, questa volta nella vittoria casalinga contro il Torino, arriva un primo bilancio ed il conto è parecchio salato: si tratta infatti di ben 122 mila euro pagati per tale tipologia di infrazione. In particolare, il dato piuttosto curioso è quello relativo alla stagione in corso con ben 5 occasioni sanzionate nelle prime undici giornate di Serie A. Un numero che, però, sembra preoccupare Garcia molto meno di altri numeri sulla sua squadra. La "Serie A è altra cosa" dicevano e Garcia da quel giorno a Livorno ha in mente solo una cosa: vincerla.

Guarda Garcia che scherza con Pallotta dopo Roma- Torino

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020