Excite

Roma-Inter 1-1, Totti non basta. Palacio e Handanovic salvano Stramaccioni

  • Getty Images

La sfida tra Roma ed Inter chiude la ventunesima giornata della Serie A. Per i giallorossi di Zeman è una delle ultime chances per agganciare il treno che porta all'Europa che conta. L'Inter di Stramaccioni ha bisogno dei tre punti per approfittare del mezzo passo falso di Napoli e Lazio. La Roma schiera il classico 4 3 3 con Goicoechea tra i pali, Piris, Castan, Marquinhos e Balzaretti a formare la linea difensiva. Il centrocampo ruota attorno a De Rossi con Bradley e Florenzi ai lati. In avanti il tridente classico Totti, Osvaldo, Lamela.

L'Inter, che deve fare a meno anche di Cambiasso, opta per il 3 4 1 2. Handanovic tra i pali, Juan, Ranocchia e Chivu in difesa. Centrocampo a quattro con Nagatomo, Zanetti, Alvaro Pereira e Gargano. Guarin è a supporto delle due punte, Palacio e Livaja.

Guarda il video con i gol di Roma-Inter

Comincia meglio la squadra di Zeman. La difesa degli ospiti balla in almeno due occasioni. Al decimo minuto Osvaldo scatta sul filo del fuorigioco e batte Handanovic in uscita. L'arbitro annulla per un fuorigioco molto difficile da decifrare, la sensazione è che la chiamata del guardalinee sia giusta.

La pressione della Roma viene premiata al ventunesimo. Totti serve in area Bradley che viene atterrato da Ranocchia che nell'occasione è troppo irruenti. Il capitano della Roma va sul dischetto e non lascia speranze ad Handanovic. Roma meritatamente in vantaggio.

Il gol galvanizza la Roma che domina letteralmente la partita. I giallorossi vanno a tiro più volte mettendo in pericolo la porta di Handanovic con le conclusioni di Osvaldo, Florenzi e Lamela. Il primo tiro dell'Inter arriva al minuto trentasei. E' Marco Livaja a controllare la palla di petto e girare al volo. Il tiro dell'attaccante nerazzurri si stampa sul palo alla destra di Goicoechea che era in netto ritardo.

La partita ora è vibrante. Osvaldo sfiora il due a zero per due volte. Le squadre sono molto lunghe e lo spettacolo è assicurato. L'Inter va vicina al pareggio al quarantunesimo. Punizione di Guarin. Goicoechea esce a vuoto e sulla sponda di Livaja è Marquinhos a salvare sulla linea.

Il calo della Roma è evidente e l'Inter agguanta il pareggio all'ultimo assalto. Percussione di Guarin sul lato destro dell'area di rigore. L'assist per Palacio è perfetto. Il bomber argentino non sbaglia e le squadre vanno al riposo sull'uno a uno.

Il secondo tempo inizia con un cambio nelle fila della Roma. Esce De Rossi ed entra Tachtsidis. L'Inter sembra più in palla ma è la Roma a sfiorare il gol per prima. Gran palla di Lamela per Osvaldo che si allunga troppo il pallone e si fa anticipare da Handanovic in uscita bassa. Il portiere dell'Inter è bravo anche su Totti che arriva per primo sulla respinta.

Il secondo tempo si gioca comunque su ritmi meno forsennati rispetto alla prima frazione di gioco. Le occasioni da rete sono più rare anche se è sempre la Roma a tenere in mano il pallino del gioco. Col passare dei minuti l'Inter si chiude sempre di più all'interno della propria metà campo. Le occasioni migliori per la Roma arrivano dalla fascia destra. Piris ha due grandi occasioni ma nella prima tira invece di servire Osvaldo tutto solo al centro e nella seconda, all'ottantesimo, calcia di poco alto sulla traversa ad Handanovic battuto.

Negli ultimi dieci minuti la Roma opera un vero e proprio assedio. Al minuto ottantatré Handanovic deve superarsi per deviare in angolo una bella conclusione di Lamela. E' l'ultima emozione di una gara che ha dato come risultato un pareggio che non serve a nessuna delle due squadre. Il campo ha detto che la Roma ha giocato molto meglio dell'Inter ma non è riuscita concretizzare le tante occasioni da rete avute soprattutto nel primo tempo. L'Inter, rimaneggiata, ha dato l'impressione di poter vincere solo nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020