Excite

Roma - Bayern Monaco: litigio negli spogliatoi dei giallorossi, il "caso Totti" diventa un giallo

  • Getty Images

Dalle stelle alle stalle, per usare un’espressione popolare, nel giro di pochi giorni: un tonfo improvviso e traumatico rischia di minare alla base i grandi progetti decantati da Pallotta e Garcia a inizio stagione per la “loro” Roma.

Rivedi tutti i gol della partita di Champions League Roma-Bayern finita 1 a 7

Per la squadra di Totti e De Rossi, la sconfitta per 7 reti ad 1 in casa col Bayern Monaco rappresenta qualcosa in più di un campanello d’allarme, avendo scosso in soli 90 minuti un gruppo fino alla scorsa settimana galvanizzato al massimo per l’esaltante avvio di campionato e l’altrettanto incoraggiante cammino in Coppa.

L’ambiente giallorosso, in misura maggiore rispetto ad altre realtà meno “passionali” del calcio nazionale, vanta una invidiabile capacità di far montare l’entusiasmo dopo un ciclo di risultati positivi e prestazioni di alto livello, ma allo stesso modo può cambiare umore con velocità da record, condizionando l’andamento di una stagione per un derby perso o per una brutta figura di portata storica come quella appena rimediata in Champions League.

(Roma-Bayern, mister Garcia si assume tutte le colpe dopo lo storico 1-7 all’Olimpico)

In questa chiave, i rumors giornalistici puntuali e spietati hanno dipinto a tinte fosche lo spogliatoio della Roma, attraversato secondo quanto riportato da Repubblica nel drammatico day after della sfida col Bayern Monaco da profonde tensioni culminate nell’acceso diverbio tra alcuni elementi di spicco della formazione allenata da Rudi Garcia.

In particolare, non tutti i giocatori romanisti avrebbero gradito l’ostinazione di capitan Totti nello scendere in campo dal primo minuto nonostante i decimi di febbre accumulati alla vigilia del match, salvo poi salutare con amarezza la sostituzione a fine primo tempo del trentottenne numero 10 giallorosso.

Uno dei protagonisti delle presunte scaramucce (ai limiti dello scontro fisico) scoppiate a fine partita martedì sera dentro le “segrete stanze” dell’Olimpico, sempre stando alle indiscrezioni di stampa, sarebbe stato il centrocampista belga Nainggolan, forse infastidito dalla scarsa cattiveria agonistica dimostrata da alcuni compagni di squadra durante la Caporetto di Champions League.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020