Excite

Roma-Atalanta 2-0. Totti e Lamela consegnano i tre punti a Zeman

  • Infophoto

Giornata speciale per la Roma e per i suoi tifosi. Prima di Roma-Atalanta è stata eletta la miglior Roma di sempre. Tancredi, Cafu, Aldair, Losi, Rocca, Bernardini, Di Bartolomei, Falcao, Conti, Pruzzo, Amadei. Non c’è Totti perché gioca ancora, ma le sorprese di giornata non si fermano qui. Zdenek Zeman schiera il solito 4 3 3 ma rinuncia a tre pezzi da novanta del suo roster. Osvaldo, De Rossi e Burdisso guarderanno la partita dalla panchina almeno inizialmente. Zeman schiera, Stekelenburg alle spalle della difesa formata da Piris, Marquinhos, Castan e Balzaretti. Il centrocampo a tre è nelle mani di Tachtsidis, Bradley e Florenzi fresco di rinnovo contrattuale. In avanti Lamela, Destro e capitan Totti.

Parte forte la Roma che chiude l’Atalanta nella sua metà campo, ma i giallorossi sono poco incisivi. La prima occasione da goal è per l’Atalanta. Denis si invola in contropiede, non serve De Luca tutto solo al centro e tira addosso a Stekelenburg in uscita. Una grande occasione sprecata per i bergamaschi. Passano tre minuti ed è ancora l’Atalanta pericolosa. Punizione dalla sinistra, cross al centro, svetta Peluso e Stekelenburg è costretto alla parata in tuffo.

Guarda il video con i goal di Roma-Atalanta

E’ un buon momento per l’Atalanta. Denis è una spina nel fianco della difesa giallorossa che gli concede troppo spazio, anche se l’attaccante argentino è stranamente impreciso. L’Atalanta è padrona del campo. Al diciassettesimo De Luca viene servito in profondità. L’attaccante dell’Atalanta si invola sul fondo e crossa al centro. Maxi Moralez anticipa tutti e gira a rete, ma la palla incoccia nella traversa a Stekelenburg battuto. Si sentono i primi fischi all’indirizzo dei padroni di casa.

Come un fulmine a ciel sereno arriva il vantaggio della Roma. Gran parte del merito è di Francesco Totti che porta avanti con caparbietà l’azione. Arrivato al limite cede palla a Lamela che chiede il triangolo al capitano giallorosso. La palla di Totti per Lamela è perfetta e l’attaccante argentino deve solo depositare in rete. Il suo è un urlo liberatorio.

Il vantaggio scioglie la Roma che comincia a giocare meglio. I giallorossi imbastiscono alcune azioni pericolose ma mancano sempre in fase di finalizzazione. La migliore è al minuto 43. Totti in ripiegamento difensivo ruba palla all’Atalanta e serve Balzaretti che lancia lungo per Lamela. L’attaccante argentino serve al centro Destro che tira al volo e colpisce in pieno la traversa.

E’ questa l’ultima emozione del primo tempo. La Roma non ha giocato bene, la coppia di centrocampisti formata da Bradley e Tachtsidis ha reso poco e niente. Le uniche illuminazioni sono arrivate da Totti. Bene l’Atalanta fino al goal della Roma poi è scomparsa dal campo.

Il secondo tempo inizia con le stesse formazioni in campo e con la Roma all’attacco. Il primo squillo è di Florenzi dopo appena sessanta secondi. Il tiro del centrocampista giallorosso esce di poco al lato del palo alla destra di Consigli. La pressione della Roma è continua. Al cinquantaduesimo è Totti a sfiorare il goal con un tiro dai venticinque metri che impegna severamente Consigli.

Il raddoppio arriva naturalmente al diciassettesimo. Bella azione di Destro che costringe Consigli alla respinta. Sulla palla si avventa Bradley che mette in rete senza grosse difficoltà. E’ il primo goal del centrocampista americano, messo a segno proprio nel giorno della presenza di James Pallotta all’Olimpico. Bradley termina la sua partita al minuto 73 sostituito da Perrotta.

La partita termina con il raddoppio della Roma. I nerazzurri non sono in grado di proporre trame offensive accettabili e la Roma si scontra con la buona vena di Consigli che evita un passivo peggiore in un paio di occasioni. Da registrare l'ingresso, a cinque minuti dalla fine di Marquinho per Florenzi.

Una buona vittoria per la Roma che però è ancora lontana parente di quella che è nella mente di Zeman. La squadra ha stentato fino al goal di Lamela ed ha comunque operato soprattutto con le ripartenze. E' comunque un buon segnale per i giallorossi che non hanno risentito delle assenze di De Rossi, Burdisso e Osvaldo che Zeman ha relegato in panchina. Male l'Atalanta che nella prima mezzora ha avuto più volte l'occasione di passare in vantaggio e poi è scomparsa dal campo

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020