Excite

Rivoluzione Brasile, Argentina-Diego: rottura?

Menezes, nuovo tecnico della nazionale verdeoro, ha seguito solo a metà le indicazioni di Ricardo Texeira. Il numero uno della federcalcio brasiliana avrebbe voluto che, per la prima amichevole post mondiale, fossero chiamati solo calciatori di club nazionali. Il ct preferisce che la rivoluzione, fortemente voluta dal boss del calcio brasiliano, avvenga in maniera lenta.

Perciò la Seleçao, per l'amichevole con gli USA del 10 agosto a East Ruherford, New Jersey, potrà contare sui milanisti Thiago Silva e Pato (per l'attaccante l'ultima convocazione risaliva alla Confederations Cup del 2009) ma non sui vari Juan, Julio Baptista, Doni, Maicon, Lucio, Julio Cesar e Felipe Melo. Insieme al difensore rossonero, sono solo altri tre i calciatori che hanno partecipato al Mondiale. Si tratta di Robinho, Ramnires e Dani Alves.

ARGENTINA - Diego Armando Maradona e l'Afa sono ad un passo dalla rottura, dopo che per settimane era stata data per scontata la firma dell'ex pibe de oro sul rinnovo quadriennale. Julio Grondona ha infatti accettato solo parte delle 15 condizioni richieste dall'allenatore. Tra quelle rifiutate ce ne sarebbe una legata allo staff tecnico, che Maradona vuole composto da suoi pretoriani, mentre l'Afa pretende sia formato da propri uomini di fiducia. E allora ecco che Dieguito appare un po' più lontano dalla panca albicelste.

'Voglio che non sia toccato un capello ai miei uomini, si tratti di un massaggiatore o un calciatore'. Le parole di Maradona, prima del vertice di Ezeiza (un po' la Coverciano d'Argentina) con Julio Grondona non lasciavano presagire nullla di buono. E infatti l'incontro ha datoe sito negativo: Diego è uscito dal centro sportivo deribblando i giornalisti, senza rilasciare dichiarazioni, Grondona si è limitato a spiegare, attraverso, il portavoce Cherqui, che bisogna essere 'né pessimisti né ottimisti circa i progressi dei negoziati'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018