Excite

Inter furiosa per il rigore all'Atalanta, vincono Milan e Napoli

  • LaPresse
  • Foto:
  • LaPresse

Il turno infrasettimanale di Serie A ha regalato alcune conferme, bei gol ma soprattutto un contestato calcio di rigore a Bergamo che ha fatto imbufalire Moratti e i dirigenti dell'Inter.

Protagonista della giornata è Antonio Nocerino: il centrocampista del Milan ha realizzato una tripletta al Parma, per un rotondo 4-1 finale. Vince facile anche il Napoli, che festeggia il ritorno al gol di Lavezzi e con un bel 2-0 liquida un avversario tosto come l'Udinese. Forte della vittoria nell'anticipo di martedì, la Juventus rimane prima in testa alla classifica. La Roma di Luis Enrique non trova continuità e va a perdere 2-1 in casa del Genoa.

Una classifica molto molto corta, che tiene in gioco praticamente tutti per un campionato molto equilibrato o - come dice qualcuno - di basso livello, almeno per ora. Juve in testa con 16 punti, Udinese e Lazio a 15, Napoli e Milan a 14.

Quattro i pareggi di ieri, tutti per 1-1: lo stop della Lazio col Catania (a segno il solito Klose), quello tra Novara e Siena, quello tra Cesena e Cagliari ma soprattutto quello tra Atalanta e Inter.

E' proprio la partita di Bergamo che regala le polemiche della giornata: un Inter piuttosto deludente pareggiava 1-1, quando a pochi attimi dal fischio finale l'arbitro Valeri assegnava un rigore per l'Atalanta. Chivu e Marilungo si contrastano in area nerazzurra, Marilungo prima prende la maglia dell'interista, poi lo scavalca e si lascia travolgere. Un rigore molto molto dubbio, che poi non sarà decisivo in quanto Castellazzi riuscirà a parare (nella foto) il tiro centrale di Denis.

Ma l'Inter non ci sta, e per bocca dell'a.d. Paolillo parla di un "andazzo strano", di un "record di 5 rigori in 8 partite". Niente malafede - sottolinea Paolillo - ma una sorta di tranquillità psicologica degli arbitri nel fischiare contro l'Inter, essendo una società che non va a lamentarsi con i vertici del calcio.

"Sembra essere diventato molto facile dare rigori contro di noi... c'è un garante di tutto questo, è il presidente della Federazione, sta a lui valutare se gli arbitri sono in forma. È un momento psicologico della classe arbitrale in cui dare un rigore contro di noi sembra la cosa più facile e difensiva". La polemica è servita, anche perché sabato sera è il momento di Inter-Juventus.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020