Excite

Rigoni-Meggiorini mandano ko l'Inter: Gasperini al capolinea

  • LaPresse

'Gasperini? Dopo questa partita direi che non ha in mano la squadra. Lasciamo però passare la nottata'. Nel commentare l'anticipo della quarta giornata è sufficiente riportare le parole del patron dell'Inter Massimo Moratti apparso molto nervoso per la brutta prestazione (l'ennesima) offerta dalla formazione nerazzurra in questa nuova stagione cominciata come peggio non poteva.

Il secondo ko in campionato su tre gare e la sconfitta casalinga in Champions hanno lasciato il segno non tanto per i risultati ma piuttosto per come si è arrivati a questi insuccessi. Una mancanza di gioco, un furore agonistico pressochè assente. Difficoltà tattiche, drammatici problemi difensivi con una squadra completamente scoperta in difesa ed esposta a più riprese ai contropiedi micidiali dei vari Miccoli, Hernandez e Morimoto. Nella sfida di stasera sarebbe da segnalare come chiaro segnale ciò che è successo al 1° minuto di gioco con Chivu che, pressato dall'attacco del Novara, con un retropassaggio suicida, stava già per regalare il vantaggio ai padroni di casa se Julio Cesar non si fosse immolato.

L'Inter decide di cambiare tutto stravolgendo ancora l'undici titolare con Pazzini che parte nuovamente in panchina e il ritorno al 3-4-3 tanto caro a Gasperini. Il Novara pressa alto e mette in difficoltà l'Inter che non riesce a creare nessun pericolo dalle parti di Ujkani. Al 38' la rete del vantaggio porta la firma di Meggiorini che di sinistro batte Julio Cesar. Si va al riposo e nell'intervallo tra primo e secondo tempo Gasperini cambia ancora: fuori Forlan e Castaignos, dentro Pazzini e Obi. La squadra è in chiara confusione e subisce il gol del 2-0 al 41' della ripresa con un calcio di rigore trasformato da Rigoni dopo l'espulsione comminata a Ranocchia. L'Inter in 10 ha una reazione d'orgoglio con Cambiasso che sembra riaprire il match ma poco dopo ancora Marco Rigoni realizza la doppietta personale ribadendo in rete una respinta corta di Julio Cesar. E' il tripudio a Novara con il tecnico nerazzurro Gasperini che rischia seriamente l'esonero.

Ecco il tabellino del match:

NOVARA-INTER 3-1

NOVARA (4-3-1-2): Ujkani; Dellafiore, Lisuzzo, Paci, Gemiti; Porcari, Radovanovic (19'st Marianini), Rigoni; Mazzarani (23'st Jeda); Morimoto, Meggiorini (17'st Giorgi). A disp.: Fontana, Ludi, Morganella, Granoche. All.: Tesser.
INTER (3-4-3): Julio Cesar; Lucio, Ranocchia, Chivu; Zanetti, Cambiasso, Sneijder (22'st Zarate), Nagatomo; Forlan (1'st Pazzini), Milito, Castaignos (1'st Obi). A disp.: Castellazzi, Samuel, Jonathan, Coutinho. All.: Gasperini.
ARBITRO: Bergonzi.
MARCATORI: 38'pt Meggiorini (N), 41'st rig., 46'st Rigoni (N), 44'st Cambiasso (I).
AMMONITI: Chivu, Pazzini, Obi, Lucio (I), Dellafiore (N).
ESPULSO: Al 40'st Ranocchia per fallo su chiara occasione da gol.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020