Excite

Pazzini punisce la Fiorentina, Rafinha regala il derby al Genoa

Interessanti i due recuperi della 17° giornata del campionato di Serie A rinviati per motivi diversi: Fiorentina-Inter a causa del Mondiale per Club (poi vinto, ndr) in cui era impegnata la formazione nerazzurra, Sampdoria-Genoa per la neve che era caduta copiosa su 'Marassi' a fine dicembre.

Leonardo punta sulla voglia di riscatto dei suoi dopo il ko in casa della Juventus: Stankovic recuperato, c'è spazio anche per la prima da titolare del giapponese Nagatomo. Match complicato che però viene sbloccato dopo pochi minuti a 6' grazie alla caparbietà di Eto'o che crossa in mezzo trovando la sfortunata deviazione nella propria porta di Michele Camporese che beffa l'estremo difensore viola Boruc. La formazione di Mihajlovic non ci sta e pareggia i conti al 33' con Pasqual che dalla sinistra fa partire un tiro-cross su cui non interviene nessuno con Julio Cesar che si fa sorprendere dalla traiettoria per l'1-1. Nella ripresa l'Inter spinge e trova il gol vittoria al 61' con il solito Samuel Eto'o che dalla destra mette in mezzo per Pazzini che è letale nell'anticipare Gamberini battendo Boruc e mettendo a segno la sua 4° rete in maglia nerazzurra per il definitivo 2-1 a favore dell'Inter che si porta dunque a -5 dal Milan e continua a sperare nella grande rimonta.

Ecco il tabellino del match:

FIORENTINA-INTER 1-2

FIORENTINA (4-3-2-1): Boruc; Comotto, Gamberini, Camporese, Pasqual; Montolivo, Donadel (73' D'Agostino), Behrami (87' Babacar); Santana (27' Ljajic), Mutu; Gilardino. All.: Mihajlovic. A disp.: Neto, De Silvestri, Natali, Marchionni.
INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Ranocchia, Cordoba, Nagatomo (72' Kharja); Zanetti, Cambiasso, Stankovic (90' Obi); Sneijder (83' Mariga); Pazzini, Eto'o. All.: Leonardo. A disp.: Castellazzi, Materazzi, Coutinho, Pandev.
ARBITRO: Damato di Barletta.
MARCATORI: 6' aut. Camporese (F), 33' Pasqual (F), 61' Pazzini (I).
AMMONITI: Comotto (F), Stankovic (I).

Nel derby della Lanterna umori diversi invece nelle due squadre: la formazione di Di Carlo, rinfrancata dalla vittoria casalinga contro il Bologna, cerca conferme contro il Genoa di Ballardini che, dopo la rivoluzione del mercato di gennaio, comincia a trovare una fisionomia per la squadra nel 4-4-2. Il Genoa domina in lungo e in largo sfiorando il gol in più occasioni: clamorose le traverse colpite nel primo tempo da Palacio e Marco Rossi con Guberti che sfiora il gol negato da un'ottima respinta d'istinto di Eduardo. Nel secondo tempo la formazione rossoblu attacca e trova la rete della vittoria al 55' con un missile da fuori area di Rafinha che mette il primo sigillo con la maglia genoana facendo impazzire di gioia i tifosi di fede rossoblu. La formazione di Ballardini sale dunque a 32 punti all'11° posto scavalcando i cugini blucerchiati e agganciando in classifica la Fiorentina.

Ecco il tabellino del match:

SAMPDORIA-GENOA 0-1

SAMPDORIA (4-4-2): Curci; Zauri, Gastaldello (46' Volta), Lucchini, Ziegler; Dessena (78' Zaza), Palombo, Poli, Guberti; Maccarone, Macheda (59' Mannini). All.: Di Carlo. A disp.: Da Costa, Martinez, Koman, Tissone.
GENOA (4-4-2): Eduardo; Mesto, Dainelli, Kaladze, Crisicito; Rafinha, Kucka, Milanetto, Rossi; Floro Flores (66' Paloschi), Palacio (92' Chico). All.: Ballardini. A disp.: Scarpi, Moretti, Antonelli, Veloso, Jankovic.
ARBITRO: Morganti di Ascoli Piceno.
MARCATORE: 55' Rafinha (G).
AMMONITI: Gastaldello (S), Palacio (G), Poli (S).

 (foto © LaPresse)

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017