Excite

Champions: Ferguson 'vendica' l'Inter, stasera Real-Barça

Ieri sera con ogni probabilità si è già scoperto il nome della prima squadra finalista che il 28 maggio a Wembley si giocherà la Champions League: il Manchester United di Sir Alex Ferguson infatti ha vinto e convinto battendo 2-0 in trasferta lo Schalke 04 e dando una prova di chiara e netta superiorità rispetto alla compagine tedesca dell'eterno bomber Raul.

Dopo un primo tempo terminato a reti bianche soltanto per le parate miracolose del bravissimo Neuer e per gli errori di misura di Hernandez, nella ripresa la squadra inglese ha legittimato il proprio strapotere con la rete del sempreverde Ryan Giggs su assist meraviglioso di Rooney che poi ha trovato il modo di mettere a segno il secondo gol del Manchester United su assist al bacio del 'Chicarito' Hernandez.

Stasera sarà il turno dell'altra semifinale di Champions League tra il Real Madrid di Mourinho e il Barcellona di Guardiola. Un derby cominciato già dalle conferenze stampa dei due tecnici. Ha cominciato il portoghese Josè Mourinho: 'La cosa principale non riguarda chi arbitrerà domani o le eventuali pressioni per non avere Proença. La cosa più importante è che è cominciata una nuova era. Finora nel mondo del calcio c'erano due gruppi di allenatori. Uno, piccolissimo, composto da gente che non parla degli arbitri. E uno molto grande, nel quale ci sono anche io, che critica gli arbitri quando commettono errori importanti. Ora però con Pep si è creato un terzo gruppo, un gruppo dove c'è solo lui. Se gli avversari saranno onesti avremo una gran partita, e vincerà il migliore. Se saranno loro gli farò i complimenti, come ho già fatto dopo il 5-0 di Liga'.

Immediata però la dura replica del collega Guardiola che si è rivolto direttamente allo 'Special One': 'Josè, non so quale sia la tua telecamera. Io vorrei parlare domani alle 20.45 in campo, fuori hai già vinto tu, lui ha vinto tutto durante questa stagione, compresa la Champions fuori dal campo. Normalmente vince lui, la sua storia è questa, noi abbiamo ottenuto vittorie più piccole e ne siamo orgogliosi. Ho una lista di cose che vorrei dirgli ma non arriveremmo mai alla fine. In queste cose è un fenomento, un fuoriclasse. Lui mi conosce e io conosco lui. E per questo mi dispiace che lui abbia creduto alla stampa di Don Florentino Perez piuttosto che a me. Lui qui a Madrid è il signore-padrone, lo rispetto moltissimo e quando lo vedo in campo cerco sempre di imparare da lui, fuori dal campo però non devo imparare niente'.

Ecco le probabili formazioni di Real Madrid-Barcellona (ore 20,45):

REAL MADRID-BARCELLONA

REAL MADRID (4-1-2-3): Casillas; Arbeloa, Sergio Ramos, Albiol, Marcelo; Pepe; Lass Diarra, Xabi Alonso; Di Maria, Ronaldo, Ozil. All.: Mourinho. A disp.: Dudek, Garay, Granero, Kakà, Benzema, Higuain, Adebayor.
BARCELLONA (4-3-3): Victor Valdes; Dani Alves, Mascherano, Piqué, Puyol; Xavi, Busquets, Keita; Pedro, Messi, Villa. All.: Guardiola. A disp.: Pinto, Fontas, G.Milito, Montoya, A.Thiago, Afellay, Jeffren.
ARBITRO: Wolfgang (Ger).

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019