Excite

Messi alla Maradona: Real ko, Mourinho furioso con l'arbitro

Non può essere sempre colpa di qualcun altro. Lo spettacolo offerto ieri sera da Real Madrid e Barcellona non è stato sicuramente all'altezza delle aspettative. Una partita tesa, nervosa, tattica, una specie di partita a scacchi in cui il Barcellona si è adeguato al gioco di Mourinho. Il Real Madrid ha deciso di schierare il difensore Pepe a centrocampo davanti alla difesa con Cristiano Ronaldo ad agire da finto centravanti nonostante in panchina ci fosse gente del calibro di Kakà, Benzema e Adebayor.

Guarda il video di Real-Barcellona 0-2

In Italia avevamo lasciato un Mourinho molto offensivo che l'anno scorso vinse la Champions League con un 4-2-3-1 spregiudicato senza fare troppi calcoli neanche in semifinale con il Barcellona. Quest'anno al Real qualcosa è cambiato se la nuova strategia era quella di mantenere lo 0-0 per 70 minuti e poi cominciare a giocare con l'ingresso di Kakà negli ultimi 20 minuti. Di fronte al mondo intero che guardava questa semifinale di Champions League era necessario agire in modo diverso come ha deciso di fare ad esempio Lionel Messi nel finale di gara.

Un giocatore stratosferico che ha meritato di conquistare anche l'ultimo Pallone d'Oro segnando ieri altre due reti che lo portano a 52 reti stagionali: un'enormità che lo consacra senza ombra di dubbio a miglior calciatore del pianeta. La prima rete con un tap-in vincente su assist del neo entrato Afellay, la seconda invece con una serpentina magica con cui ha bucato in lungo e in largo la difesa del Real Madrid ricordando a tratti Diego Armando Maradona. Finalmente si è visto il vero calcio, quello che tutti si sarebbero aspettati fin dall'inizio con il Barcellona che si è imposto dunque 2-0 e guarda a Wembley con i favori del pronostico.

Espulsi durante la gara Pepe a 30 minuti dal termine e Josè Mourinho poco dopo per le proteste successive al rosso ricevuto dal suo calciatore: 'Non so se è il potere dell'Unicef o qualcos'altro, ma non avremmo dovuto perdere. Complimenti per tutto ciò che è stato fatto. Complimenti al Barcellona per il loro potere. Perchè l'arbitro ha espulso Pepe? Da dove viene questo potere? Sono qui per lasciare una domanda che possa avere una risposta, mi hanno mandato via, non dovrei neanche stare qua. Spero che un giorno o l'altro ci sia una risposta, perchè una squadra di questo livello ha bisogno di questo. Perchè oggi in una partita così equilibrata le cose sono andate così? Solo l'arbitro potrebbe rispondere ma non lo farà perche non deve rispondere a nessuno. L'anno scorso abbiamo fatto un miracolo con dieci giocatori e quest'anno non ci siamo riusciti. Direi che ormai siamo eliminati: andremo lì con tutto il nostro orgoglio e se per caso facciamo gol abbiamo un'altra possibilità. Ma poi ci ammazzeranno un'altra volta - attacca molto critico Mourinho - Perchè non ci lasciano giocare? Perchè ci lascianio sempre in dieci? Perchè? Non lo capisco. Se loro avessero vinto senza episodi dubbi noi l'avremmo accettato, ma non so perchè oggi le cose sono andate così. Questo mondo del calcio delle volte mi fa un po' schifo. Ma è la nostra vita e andremo a Barcellona senza Pepe, senza Ramos che non hanno fatto nulla, senza l'allenatore in panchina per una situazione che non esiste'.

Non si fa attendere la risposta del collega Guardiola che cerca però di stemperare i toni: 'Noi vogliamo vincere sempre sul campo e oggi lo abbiamo fatto contro la squadra che detiene più Champions in assoluto. È un buon risultato per il ritorno, ma dobbiamo stare attenti: sono anche contento anche perchè oggi avevamo dodici giocatori cresciuti nel nostro settore giovanile e questo è il nostro vero orgoglio. Mourinho ce l'ha con noi per l'arbitraggio? Sembra che siamo noi i colpevoli, ma non siamo noi a tirare fuori cartellini gialli e rossi: in campo noi accettiamo le decisioni degli arbitri'.

Ecco il tabellino del match:

REAL MADRID-BARCELLONA 0-2

REAL MADRID (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Sergio Ramos, Albiol, Marcelo; Diarra, Pepe, Xabi Alonso; Ozil (1'st Adebayor), C. Ronaldo, Di Maria. All.: Mourinho. A disp.: Dudek, Garay, Granero, Kakà, Benzema, Higuain.
BARCELLONA (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Mascherano, Piquè, Puyol; Xavi, Busquets, Keita; Pedro (26'st Afellay), Messi, Villa (45'st Sergi Roberto). All.: Guardiola. A disp.: Pinto, Fontas, G.Milito, Thiago, Jeffren.
ARBITRO: Stark (Ger).
MARCATORE: 31'st, 42'st Messi.
ESPULSI: 45'pt Pinto (B) a seguito di una rissa scoppiata alla fine del primo tempo; 16'st Pepe (R) per gioco pericoloso; 18'st Mourinho per proteste.
AMMONITI: Arbeloa (R), Dani Alves (B), Sergio Ramos (R), Mascherano (B), Adebayor (R).

 (foto © LaPresse)

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017