Excite

Real Madid: "Niente tautaggi per i nostri calciatori"

La squadra di calcio Real Madrid ha deciso di mettere al bando i tatuaggi. I calciatori della squadra, d'ora in poi, per potersi ornare il corpo dovranno chiedere il permesso alla società.

Secondo lo staff medico della squadra, "i tatuaggi sono un focolaio di infezioni" quindi "possono pregiudicare la salute dei calciatori". Il presidente Ramón Calderón si è subito allarmato e ha deciso di prendere provvedimenti.

Ma sembra proprio che la squadra spagnola non stia seguendo altro che un trend generale. I tatuaggi sembrano aver stancato. In Italia alcuni Comuni hanno preso provvedimenti. A Bologna, ad esempio, un tatuatore che decora il corpo di un minorenne senza l'autorizzazione dei genitori rischia una sanzione che va da 80 a 500 euro.

E molti sono i personaggi famosi che hanno sborsato un bel po' di denaro per cancellare disegni, magari ricordo di qualcosa che è meglio dimenticare. Anche tra i volti noti del nostro Paese c'è chi ha deciso di dire stop. "I tatuaggi nemmeno li conto più - ha detto Francesco Facchinetti - ho fatto del mio corpo un diario, ci ho scritto e disegnato di tutto per anni. Adesso non ne faccio più, ho già dato".

Giuseppe Serra, presidente dell'associazione dei tatuatori, ha affermato: "In Italia sono tatuati il 30 per cento dei giovani fra i 18 e i 30 anni, sono troppi. E spesso i disegni sono fatti male".

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017