Excite

Ranieri si complimenta con Totti ma bacchetta Balotelli

L'ex allenatore della Roma Claudio Ranieri torna a parlare della sua ex squadra ma lo fa in questa occasione con toni e parole decisamente più pacate dopo lo sfogo di circa due settimane fa in cui aveva letteralmente sparato a zero dopo le dimissioni presentate al termine di Genoa-Roma 4-3 con la formazione giallorossa in vantaggio 3-0 a fine prima tempo ma capace di farsi rimontare e battere in un vero e proprio harakiri.

Ranieri spara a zero: 'La dignità non è un assegno'

Presente oggi pomeriggio alla conferenza 'Il vivaio nel futuro del calcio' nella sala 'Di Liegro' di 'Palazzo Valentini' a Roma, Claudio Ranieri insieme all'assessore allo sport Patrizia Prestipino, al direttore generale della Provincia di Roma Antonio Calicchia e al suo secondo Christian Damiano ha affrontato in modo critico il tema dei giovani: 'I giovani sono il futuro del calcio - ha esordito Ranieri - Danno energia, motivazione, tanti sono arrivati lontano, tanti altri no. Ricordo con piacere le mie esperienze al Cagliari, al Chelsea, al Valencia, al Napoli dove ne ho lanciati molti che hanno poi avuto successo: parlo di Gianluca Festa poi andato alla Roma e all'Inter, di Daniel Fonseca finito alla Roma e alla Juve, di Gianfranco Zola su cui decisi di scommettere al Napoli, di Manuel Rui Costa, di Frank Lampard, di John Terry. Bisogna credere molto nei giovani se si vuole ottenere in futuro dei risultati'.

Interessante l'intervento dell'ex allenatore giallorosso che al termine delle premiazioni si è soffermato sulla Roma parlando del nuovo record del capitano Francesco Totti: 'I 200 gol di Totti? Gliene auguro altri 200, spero che riprenda quelli lì davanti. E' un ragazzo d’oro e un campione serio, è il nostro capitano. Balotelli? Non parliamo di lui, la manifestazione è per altri tipi di giovani'. Commento breve ma molto chiaro quello di Ranieri sul talento del Manchester City mentre il suo secondo Christian Damiano si sofferma su un altro giovane in rampa di lancio come Jeremy Menez: 'Ragazzo di grande talento. Come tutti i giovani ha bisogno anche di sbagliare, il problema non è Menez. Farebbe bene a dimostrare tutti i progressi che ha fatto. A Roma o altrove ha dimostrato di essere capace. A fine campionato deciderà se rimanere o meno, non conosco i discorsi legati al mercato'.

 (foto © LaPresse)

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017