Excite

Rabbia giallorossa

Lazio-Inter probabilmente entrerà negli annali del calcio italiano. Non per le gesta dei giocatori in campo, quanto per l'atteggiamento dei tifosi sugli spalti, tutti a spingere i nerazzurri al successo che vale, probabilmente, lo scudetto ai danni della Roma.

La vittoria dell'Inter ha soddisfatto il 100% dei presenti all'Olimpico. Biancocelesti ad esultare per le disgrazie giallorosse, interisti felici per il quinto tricolore consecutivo ormai ad un passo. In mezzo, la rabbia giallorossa, quella del presidente romanista Rosella Sensi, ad esempio.

'Come si può continuare a definire il calcio italiano il più bello del mondo?' dichiara la Sensi 'Quello accaduto ieri è vergognoso. I tifosi nerazzuri non avrebbero dovuto esultare in quel modo, al loro posto mi sarei vergognata. Comunque, e ne sono certa, la gioia dei giallorossi non è inferiore a quella degli interisti'.

MONTALI - Schiuma livore anche Gian Paolo Montali, dirigente giallorosso intervenuto a Radio Anch'io Sport: 'Quel che è accaduto ieri deve essere sottoposto ad uno sguardo attento, perchè costituisce un precedente pericoloso. Una partita di calcio non può essere condizionata da influenze esterne. L' Inter non c'entra, deve essere stato imbarazzante pure per loro vincere in quel modo, i nerazzurri avrebbero conquistato in ogni caso i tre punti, ma così...'.

MORATTI - Il presidente nerazzurro preferisce chiamarsi fuori dalla rissa: 'Sono problemi che riguardano Lazio e Roma, l'Inter non c'entra. Non abbiamo nulla di cui vergognarci, abbiamo fartto solo il nostro dovere'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018