Excite

Primavera, la Roma umilia la Lazio con un clamoroso 7-1

Al centro sportivo 'Fulvio Bernardini' va in scena il derby Primavera tra Roma e Lazio, valido per la 18° giornata del campionato Primavera girone C. Sfida che si gioca a porte chiuse per i disordini avvenuti a Trigoria. Un centinaio di tifosi giallorossi hanno contestato la prima squadra e la società intonando cori contro i giocatori e facendo esplodere alcuni grossi petardi con la Polizia, presente in forze, che è stata costretta ad intervenire in assetto anti sommossa.

Ad accendere la contestazione, attorno alle 12, sono stati circa duecento tifosi della Curva Sud che hanno lanciato numerosi petardi fuori dal centro sportivo di Trigoria; inevitabile l'intervento degli agenti di Polizia con otto poliziotti refertati coinvolti negli scontri tra cui uno ferito colpito al polpaccio. Clima teso dunque al centro sportivo Bernardini dove sono presenti a seguire il match a bordocampo anche Totti, Pizarro e Greco, oltre ai dirigenti Pradè, Conti, Montali e Tempestilli.

Big match dai tanti motivi d'interesse con la Roma di Alberto De Rossi reduce da 10 risultati utili consecutivi frutto di 9 vittorie ed 1 pareggio (il 2-2 casalingo contro il Palermo). Guida il proprio raggruppamento la formazione giallorossa con 40 punti: su 17 gare complessive ne ha perse 3, tutte nel tribolato inizio di stagione. E sono stati tutti ko pesanti: 3-0 a Palermo, 4-0 nel derby d’andata contro la Lazio a Formello datato 16 ottobre 2010 e 4-3 a Lecce nella rocambolesca trasferta salentina in cui la formazione giallorossa scese addirittura al 5° posto in classifica. Da quel lontano 30 ottobre 2010 sono arrivati però 28 punti sui 30 disponibili e una solidità che è stata creata anche con questo nuovo gruppo di giovani promesse che Alberto De Rossi sta plasmando nel migliore dei modi.

Situazione diversa in casa Lazio con la formazione di Bollini che ha voglia di riscattare il ko subito nell’ultimo turno contro il Siena, la vera e propria bestia nera della formazione biancoceleste che in campionato non perdeva dal 2 ottobre 2010 in cui uscì sconfitta proprio contro la formazione toscana a Formello perdendo 2-0. Quattro mesi dopo la storia si ripete e la Lazio subisce dunque il 2° ko stagionale. Dunque il Siena finora è l’unica squadra che è riuscita a battere i biancocelesti e l’ha fatto portando via a Bollini sei punti su 6 disponibili. Formazione biancoceleste che attualmente si trova al 2° posto con 35 punti a -5 dai cugini giallorossi.

La Roma parte subito forte mettendo pressione alla difesa biancoceleste con la squadra di Bollini costretta al primo cambio dopo appena 7 minuti di gioco: esce l'infortunato Campoli, entra Denè. All'11' Lazio vicinissima al vantaggio: palla in profondità per Barreto ma il numero 11 biancoceleste pecca di freddezza e fallisce da ottima posizione una grande opportunità per la Lazio. La regola del 'gol sbagliato, gol subito' non sbaglia mai e al 13' la Roma trova la rete dell'1-0 con una splendida iniziativa sulla sinistra di Gianluca Caprari che si accentra e lascia partire un destro che si va ad insaccare sotto la traversa. La Roma non si accontenta e raddoppia: al 22' sugli sviluppi di un corner il pallone torna al centro dell'area dove è appostato il centrale difensivo Antei che in semi-rovesciata realizza il 2-0. La Roma è devastante sull'out di sinistra con uno scatenato Caprari che salta tre avversari in dribbling, mette in mezzo per l'accorrente Ciciretti che non ha problemi ad appoggiare da due metri in rete il gol del 3-0 giallorosso.

La Lazio accusa il colpo ma cerca di reagire con il migliore dei suoi Tommaso Ceccarelli che su calcio di punizione colpisce una clamorosa traversa con la retroguardia giallorossa che poi allontana il pericolo. Si chiude 3-0 il primo tempo e nella ripresa la formazione biancoceleste entra in campo con un piglio diverso accorciando le distanze all'11' con il solito Ceccarelli che realizza la sua 8° rete in campionato riaprendo dunque il match. Non c'è neanche il tempo per esultare che la Roma nel giro di tre minuti realizza altre due reti: al 14' è ancora Gianluca Caprari a rendersi protagonista mettendo a segno la sua doppietta personale con un chirurgico destro da fuori area che batte Berardi; al 17' ci pensa invece il neo entrato Politano a siglare il 5-1 giallorosso chiudendo in rete una triangolazione al limite dell'area con Florenzi.

La Lazio cerca di reagire con Ceccarelli che si guadagna un calcio di rigore al 20' della ripresa: dopo un plateale battibecco con il compagno di squadra Zampa, va sul dischetto proprio Ceccarelli con Pigliacelli bravissimo ad intuire la traiettoria del pallone e deviare dunque il pallone in corner. Non c'è più partita con la Roma che arrotonda ancora il risultato: al 23' capitan Florenzi, su rigore concesso per atterramento in area di Dieme, realizza la sua 10° rete in campionato spiazzando Berardi; al 29' lo stesso Dieme con un perfetto pallonetto sigla il definitivo 7-1 con cui si chiude la partita. C'è tempo soltanto per un palo colpito da Politano al 35' a Berardi battuto con il direttore di gara che senza concedere recupero fischia la fine del match.

La Roma si porta dunque a 43 punti in classifica a +8 dalla Lazio e si prepara psicologicamente nel migliore dei modi alla 63° edizione del Torneo di Viareggio (denominato da qualche anno Viareggio Cup). Pesano nella Lazio le assenza di Di Mario e Cinque con Cavanda e Perpetuini passati rispettivamente a Torino e Foggia nel mercato di gennaio e il centravanti Kozak ormai stabilmente con la prima squadra. Ricordiamo che la Roma debutterà alla Viareggio Cup martedì 22 febbraio alle 18 contro il Nk Jedinstvo Bihac per poi giocare il 24 febbraio contro il Taranto e chiudere il 26 febbraio con i danesi dell'Fc Midtjylland. La Lazio di Bollini invece dovrà vedersela al debutto lunedì 21 febbraio alle 18 contro gli svizzeri del Grasshoppers per poi sfidare il 23 febbraio l'Anderlecht e infine il 25 febbraio il Torino.

Ecco il tabellino del match:

ROMA - LAZIO 7-1

ROMA (4-2-3-1): Pigliacelli, Sabelli, Frascatore (84' Amendola), Antei, Mladen, Viviani, Florenzi, Caprari (73' Piscitella), Ciciretti (60' Politano), Dieme, Montini. All.: De Rossi. A disp.: Proietti Gaffi, Orchi, Falasca, Leonardi.
LAZIO (4-3-3): Berardi, Capua, Pantano, Vilkaitis, Campoli (7' Denè), Lanni (46' Rozzi), Zampa, Adeleke, Ojakor (66' Trombetta), Ceccarelli, Barreto. All.: Bollini. A disp.: Mosciatti, Spirito, Fagioli, Tira.
ARBITRO: Mariani di Aprilia.
ASSISTENTI: Zucca di Carbonia e Garito di Aprilia.
MARCATORI: 13' Caprari (R), 22' Antei (R), 37' Ciciretti (R), 56' Ceccarelli (L), 59' Caprari (R), 62' Politano (R), 68' Florenzi (R) su rig., 74' Dieme (R).
NOTE: 20'st Ceccarelli (L) si fa parare un calcio di rigore da Pigliacelli.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018