Excite

Perchè Antonio Conte si è dimesso: la verità dietro la cessione di Vidal e Pogba?

  • Getty Images

Update 17 luglio 2014: Massimo Giletti, noto conduttore Rai, in un'intervista ad RTL 102.5 ha rilasciato delle dichiarazioni scottanti: presumibilmente tra Antonio Conte ed il Milan fossero in atto dei presunti accordi preliminari: "Non dico una roba estremamente riservata, ma ho le mie fonti, lo sanno in pochi. Credo che uno dei tanti motivi sia stato anche questo, la tensione dopo tre anni di successi, la voglia di andar via, di provare un’altra esperienza, di considerare difficile rivincere ancora con la stessa squadra aveva probabilmente spinto Conte ad essere trattato da altri personaggi importanti, leggasi Milan".

----------------------------------------------------------

Le dimissioni di Antonio Conte a ritiro iniziato, per altro non una novità per il tecnico leccese, hanno frastornato la Juventus ed i suoi tifosi. Dopo qualche ora, però, è giusto cominciare a fare qualche riflessione sul gesto del tecnico tre volte campione d'Italia. Un gesto, è giusto scriverlo, che danneggia innanzitutto la sua carriera e la sua reputazione. Restare sulla panchina bianconera e vincere un più che probabile quarto scudetto sarebbe stata una scelta di sicuro più semplice.

Il pomo della discordia è sicuramente la gestione del calcio mercato. Conte aveva chiesto espressamente alcuni giocatori, Sanchez e Cuadrado in primis, e soprattutto aveva dato la sua lista di incedibili. Tutti ricordano la sua sfuriata per le cessioni di Giaccherini e Matri, si può solo immaginare come abbia reagito alla notizia delle cessioni di Arturo Vidal e Paul Pogba.

Guarda il video dell'addio di Conte alla Juventus

Il cileno è destinato al Manchester United che fresco di accordo decennale con l'Adidas ha fatto pervenire sul tavolo di Marotta un'offerta di cinquanta milioni di euro. Irrinunciabile. Il centrocampista, decisivo per la vittoria degli ultimi due scudetti, non ha posto alcun veto alla cessione. L'affare si farà sicuramente nel giro di pochi giorni.

Allegri è il nuovo allenatore della Juventus, leggi la news

Diversa è la situazione di Paul Pogba. Il francese ha avuto richieste da PSG e Real Madrid, si tratta per cifre attorno ai sessanta, settanta milioni di euro. Un patrimonio. La giovane età del transalpino e la cessione di Vidal, però, potrebbero consigliare alla dirigenza bianconera un anno di attesa prima di perfezionare la cessione di quello che attualmente è considerato il giovane europeo più promettente tra i ruoli di centrocampo. Da non scartare, comunque, l'ipotesi di una doppia cessione boom.

Una decisione inaccettabile per Antonio Conte che aveva più volte dichiarato di voler rinforzare la squadra per puntare ad una Champions League da protagonista. Difficilmente l'ormai ex allenatore bianconero punterà sulla panchina della nazionale. Restare fuori dal giro per due anni o più sarebbe deleterio per la sua carriera che, nonostante i tre titoli di campione d'Italia, è sostanzialmente agli inizi in campo europeo.

I tifosi si chiedono perchè chiamare Massimiliano Allegri per sostituirlo, e forse se lo chiede anche Andrea Pirlo. La risposta è semplice. Il tecnico toscano costa meno di Mancini e Spalletti, e non ha grosse pretese di mercato. L'ideale per il programma della Juventus. In bocca al lupo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020