Excite

Pentito accusa: "Palermo acquistò due partite"

Marcello Trapani, ex procuratore di giovani calciatori ed ex avvocato della famiglia Lo Piccolo, dall' ottobre scorso collaboratore di giustizia, avrebbe raccontato agli inquirenti di una compravendita di partite che avrebbe visto ocme protagonista il Palermo. A riportare l'indiscrezione è il quotidiano "La Repubblica", i fatti risalirebbero alla stagione 2002/2003.

"Trapani" scrive il quotidiano "sostiene di aver saputo che furono pagati dei soldi, e pure tanti, per comprare dei risultati positivi in favore dei rosanero. Resta top secret il nome di chi, all’interno della società, verrebbe chiamato in causa per tali pagamenti. Correva il campionato 2002-2003, l’anno della grande speranza di balzare in A. Sarebbero due le competizioni incriminate: Ascoli-Palermo (24 maggio 2003, con finale 1-2) e Palermo-Verona (31 maggio 2003, 2-0). La fonte di queste notizie riportate dal collaboratore" continua La REpubblica "sarebbe autorevole, Rino Foschi, l’ex direttore sportivo della società. Nient’altro trapela dal rigido segreto investigativo. Il reato di frode sportiva sarebbe comunque prescritto".

Trapani avrebbe rivelato anche alcune "mosse" sdella società rosanero in merito alla distribuzione dei biglietti omaggio: "Dalla società del Palermo usciva ogni settimana un pacco di biglietti...destinato ai Lo Piccolo" spiega "La Repubblica" "Alcuni biglietti venivano girati come omaggio ai clan di Palermo. La gran parte, invece, venivano affidati ai bagarini, tutti sotto il rigido controllo della famiglia Lo Piccolo".

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017