Excite

Partite comprate, Catania retrocesso in Lega Pro con 12 punti di penalizzazione

  • Getty Images
Catania retrocesso in Lega Pro con 12 punti di penalizzazione. La sentenza del Tribunale Federale Nazionale della Figc è stata più severa della richiesta del procuratore Stefano Palazzi, per cui erano sufficienti 5 punti di penalità. La pena non è stata molto dura in quanto è stata riconosciuta la collaborazione del presidente Antonino Pulvirenti, che ha permesso la ricostruzione della compravendita di partite di serie B.

Leggi anche l'operazione che ha portato all'arresto di Pulvirenti

Al Teramo, promosso in serie B al termine della scorsa stagione, è andata molto peggio con la retrocessione in serie D, ma senza penalizzazioni (Palazzi aveva chiesto -20). La sentenza ha quindi riconosciuto la responsabilità diretta del patron Luciano Campitelli. Stessa sorte è toccata al Savona che aveva combinato la partita decisiva per la promozione degli abruzzesi. Anche i liguri dovranno quindi ripartire dai Dilettanti. Per responsabilità oggettiva, invece, è stato dato un punto di penalizzazione a Barletta, L’Aquila e Luparense San Paolo Fc.

Il presidente del Catania Pulvirenti ha subito anche l'inibizione per 5 anni, anche se lui ha già annunciato di voler uscire per sempre di scena dal mondo del calcio, mettendo in vendita la società. Infine gli è stata inflitta una multa di 300mila euro. Per quanto riguarda 4 anni di inibizione e ammenda di 50mila euro per l'ex a.d. etneo Pablo Gustavo Cosentino e 5 anni di inibizione più preclusione e ammenda di 150mila euro per Piero Di Luzio. Infine, Teramo e Savona, oltre alla penalizzazione sportiva, dovranno pagare una sanzione pecuniaria di 30mila euro.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017