Excite

Paparesta: "Non funzionale al sistema"

"Non mi è tornata la memoria nè intendo raccontare la verità a rate. Per me la verità è stata e sarà sempre una. Quella dalla quale non mi sono mai sottratto e sulla quale sin dal primo momento ho detto le cose come stavano. Senza accusare nessuno. E’ quella verità che, oggi, anzichè venir fuori da quel tanto agognato palazzo di vetro, simbolo di cui tanti si fregiano, resta ancora bella chiusa e sigillata". E' quanto si legge sul sito dell'ex direttore di gara Gianluca Paparesta.

"Non dirò nulla, per ora, del mio colloquio con il procuratore Palazzi al quale ho consegnato una memoria di 22 pagine con 35 allegati. Un contributo alla verità, anzi un contributo per “rileggere” meglio talune verità rimaste sopite" scrive ancora Paparesta

"Ci tengo, però, a chiarire una cosa. L’audizione era stata inizialmente proposta per il 5 marzo scorso, ma è stata rinviata solo per miei impegni personali-istituzionali, e non per le fantasiose motivazioni di cui qualcuno si è affrettato a parlare (vedi elezioni AIA). Ancora una volta, quel sistema al quale non mi sono piegato, ha colpito ancora. Un sistema in grado di manipolare e stravolgere la realtà che mi ha fatto fuori senza se e senza ma, forse per l’unica colpa di essermi difeso davanti ai pm di Napoli ai quali (al contrario di altri) ho dimostrato la mia estraneità ottenendo l’archiviazione del procedimento a mio carico. Eppure, da quel fatidico 13 maggio del 2006 quando - come persona informata dei fatti - risposi alle domande dei Carabinieri per difendere solo ed esclusivamente la mia posizione, e non per accusare altri, sono iniziati i miei problemi.Oggi mi ritrovo di nuovo in campo. Un campo diverso da quello di gioco in cui con molti di voi avrei voluto condividere momenti di gioia. Purtroppo, per il momento, ha vinto il sistema, quello fatto di persone a esso "funzionali"…".

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017