Excite

No alle trasferte dei tifosi azzurri e partite a porte chiuse

Con tutte le probabilità le trasferte dei tifosi del Napoli per le prossime giornate saranno vietate. Di sicuro domenica prossima la partita Napoli-Fiorentina si giocherà allo Stadio San Paolo di Napoli a porte chiuse. Questo il provvedimento adottato dopo gli incidenti sui treni in occasione di Roma-Napoli. "Hanno fatto tutto quello che non dovevano fare, in una sola partita si sono bruciati tutto il credito. Sono senza appello...", fanno sapere fonti del Viminale.

Questa mattina il ministero degli Interni ha fissato una riunione dell'Osservatorio per la sicurezza per stabilire le responsabilità istituzionali dei tafferugli alla Stazione di Roma e le misure di sicurezza da fissare per le prossime partite.

"Se qualcuno ha sbagliato paghera" ha detto il ministro Roberto Maroni che ha chiesto al questore di Napoli, Antonino Puglisi, un rapporto dettagliato sugli atti di violenza di domenica. "Prenderemo una decisione drastica che non e' solo quella di vietare le trasferte in treno, ma di vietare in toto le trasferte di alcune tifoserie" e poi ha aggiunto: "quello che e' piu' intollerabile e' che questi delinquenti, siamo giudicati e messi subito in libertà".

Intanto la magistratura romana ha fatto scarcerare i cinque ultras fermati domenica dopo un primo processo per direttissima. A partire da ottobre si svolgeranno i processi per ciascuno dei teppisti.

Giancarlo Abete, presidente della Federcalcio, dopo aver condannato gli atti di violenza di domenica invita a non generalizzare: "E' giusto punire i responsabili ma non bisogna generalizzare. Sarebbe sbagliato accollare i danni alle società di calcio". Per la gara a porte chiuse di domenica prossima al San Paolo Abete è contrario: "Non può essere la risposta, significherebbe avere perso la partita".

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017