Excite

Napoli, riecco Zazà

"Chiedo scusa a tutti, al presidente, ai compagni di squadra, all'allenatore e ai tifosi". Esordisce così Marcelo Zalayeta nella conferenza di 'perdono' indetta per spiegare i motivi che lo hanno costretto alla "fuga ingiustificata" per due giorni. "E' giusto rimarcare che è stata al 100 per 100 colpa mia" continua l'ex attaccante della Juve "La mia assenza è stata al 100% colpa mia. Perchè? C'è stato un malinteso con Donadoni in occasione della gara con il siena. Ho sbagliato a non chiarire subito. A freddo ho capito che le parole del dopo gara erano positive. Ho parlato ieri con Donadoni, mi ha spiegato tutto. Ho sbagliato io, e quindi sono pronto a pagare qualsiasi cosa decida la società". Incalzato sull'argomento, El Panteron ha spiegato il fraintendimento con il mister azzurro: "Donadoni, nell'intervallo, mi ha chiesto perchè avevo giocato alla grande con l'Inter, mentre con il Siena stavo giocando da schifo. Ero nervoso, ed allora ho equivocato. In realtà il mister mi aveva solo incoraggiato, mentre io ho interpretato male".

Zalayeta è stato avvistato nei giorni scorsi a Torino nell'abituale albergo in centro città in compagnia dell'amico nonchè connazionale Ruben Olivera (ex compagno nella Juve) che lunedì scorso ha compiuto 26 anni. Piccolo particolare: "El Pollo", a differenza di Zalayeta, martedì si è presentato a Genova agli allenamenti del club ligure. Secondo quanto riporta la 'Gazzetta dello Sport' il Napoli aveva mandato un agente privato a controllare l'ingresso della villa di Zalayeta sul litorale flegreo, mentre dalla società è partito un emissario per avere maggiori informazioni sulla presunta trasferta torinese della punta.

Ma si è saputo, come riporta la "Rosea", che sabato scorso altri due giocatori del Napoli sono rimasti coinvolti in una piccola disavventura. Lavezzi e Gargano, infortunati, hanno trascorso la giornata insieme in barca al largo di Capri per festeggiare il compleanno dell'argentino. Domenica mattina però brutta sorpresa per i due: la fidanzata di Gargano, Miska, tra l'altro sorella di Hamsik, si è sentita male ed è stata accompagnata al pronto soccorso di Capri: nulla di grave. A suscitare l'agitazione dei tifosi azzurri però è lo stesso Lavezzi, che avrebbe deciso di bloccare i pagamenti dell'affitto dei prossimi sei mesi della villa di Posillipo: alla richiesta di informazioni (legittima) da parte della società, l'attaccante ha risposto che era sua intenzione cambiare abitazione, rimanendo a Napoli.

 [in collaborazione con Calciomercato.it]

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017