Excite

Mourinho-Lo Monaco, è lite

Il violento j'accuse lanciato domenica sera ad Antenna Sicilia da Pietro Lo Monaco nei confronti di Josè Mourinho, ha prodotto strascichi polemici che non solo non accennano a fermarsi, ma vedono ora anche l'intervento di Roberto Maroni.

"Mourinho? Per quel che ha detto dopo la partita ("Tedesco è un simulatore, dovevamo vincere 5-1") è da prendere a bastonate fra i denti", il duro tackle dell'Ad catanese, appena corretto meno di 24 ore dopo "Ho esagerato, ma era meglio se l'allenatore si fosse messo del cemento in bocca".

Il tecnico nerazzurro, dal canto suo, ha risposto, da par suo, con velenosa ironia, a stretto giro di posta. "Conosco il Bayern Monaco, il monaco tibetano, il Principato di Monaco, il gp di Monaco, ma questo Lo Monaco proprio non so chi sia. Capisco che voglia farsi pubblicità parlando di me, almeno mi pagasse..."

"Innanzitutto" la controreplica di Lo Monaco "la prima pagina certo non mi interessa. Non la cerco e ho conquistato tutto quello che ho raggiunto con il lavoro mio e dei miei uomini, gestendo con oculatezza assoluta quanto permetteva il portafoglio dei miei presidenti, certo meno gonfio di quello dei suoi, senza badare alle luci dei riflettori; in secondo luogo, che vergogna ostentare il fatto che lui guadagna anche con la pubblicità e sbattere ciò in faccia a me, ai catanesi e a tutti i piccoli che certamente identifica tutti insieme con la sua insopportabile aria di superiorità e con il suo disgustoso disprezzo; in terzo luogo, infine, mi chiamo Lo Monaco, non Monaco semplicemente. Sono certo che, d'ora in poi, se ne ricorderà in maniera nitida".

Tra i due litiganti arriva l'intervento del ministro degli interni, Roberto Maroni. "Le dichiarazioni di Lo Monaco istigano alla violenza, chiedo l'intervento della federcalcio, il dirigente catanese va squalificato. Sono francamente stupito dalle sue parole".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017