Excite

Morosini, cori vergognosi in Livorno-Verona: 20 gli identificati

  • Youtube

La questura di Livorno ha identificato venti tifosi del Verona, sono alcuni degli autori del vergognoso coro contro Piermario Morosini, il giovane calciatore amaranto tragicamente scomparso nell'aprile scorso, mentre era in corso Pescara-Livorno.

Livorno-Verona 0-2, il video

L'orrenda canzoncina, condita da saluti romani e logan da ventennio, è stata intonata quando la gara tra Livorno e Verona (per la cronaca finita 2-0 in favore degli scaligeri) era sul finire del primo tempo. La Digos ha effettuato un filmato che riprende i responsabili del gesto nel corso della loro performance.

L'episodio ha gettato nell'imbarazzo la società veronese, ma non solo. Ecco quanto dichiarato dal Sindaco Flavio Tosi "Il Comune si costituirà parte civile nel processo ai tifosi autori del coro. Quanto accaduto è inammissibile. Chi ha avuto questa infelice idea ha portato in giro una immagine della nostra città becera, che non corrisponde a quanto Verona è e rappresenta".

Sconcertato anche il presidente del Verona, Maurizio Setti. "Daremo segnali forti, sin da sabato" ha dichiarato ai microfoni di Sky "quel che è successo non deve ripetersi. Sabato a Livorno c'erano circa 700 tifosi, il coro è stato lanciato da 10, massimo 15 persone. E' l'episodio più triste da quando sono al Verona. Io e il sindaco Tosi lottiamo da tempo per stadi puliti, in cui possano trovare ore di svago le famiglie. Voglio che a trionfare sia innanzitutto il fair play".

Il vicepresidente della Federcalcio, Demetrio Albertini, ha chiesto "pene esemplari. Non bisogna solo pensare alle punizioni, ci vogliono decisioni, forti, in grado di isolare questi incivili. Deve intervenire il Governo centrale. In Italia purtroppo manca la cultura sportiva, non si conosce la parola rispetto. Bisognerebbe andare allo stadio per cerare emozioni, tifare la propria squadra. Questo da noi succede raramente". Severo il giudizio di Andrea Luci, centrocampista e capitano del Livorno: "L'episodio è gravissimo, il Verona andrebbe radiato".

Saranno pure 10-15 i responsabili del coro, come dice il presidente del Verona Setti, ma non è certo la prima volta che il Verona si trova in una bufera del genere. L'anno scorso proprio l'allenatore Mandorlini intonò il coro "Ti amo terrone" in occasione della presentazione della squadra, scatenando un ciclone di polemiche.

Il tecnico scaligero è stato segnalato dal questore di Livorno, Marcello Cardona, alla Figc per alcune frasi rilasciate alla vigilia del match e definite "violente" dallo stesso Cardona. "Sono orgoglioso di essere un nemico dei livornesi, mi sono antipatici". Come se non bastasse, Mandorlini si è lasciato andare ad un dito medio alzato nei confronti della tribuna subito dopo il gol del 2 a 0.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019